Valerio Scanu al Festival ci va con Pierdavide Carone. Tra “Amici” ci si intende

11/02/2010 di Valeria Panzeri

Le parole del brano che Valerio Scanu si accinge a portare sul palco dell’Ariston sono state scritte dal bravo Pierdavide Carone, attuale concorrente di Amici 9.
Si evince che il “paroliere” ha, probabilmente, percepito la pressione sanremese in quanto non ha dato pieno sfogo alla sua innegabile poetica originalità. Dal canto proprio Scanu, diciannovenne, è il più giovane concorrente della Kermesse di quest’anno ma, tale condizione anagrafica pare non turbarlo eccessivamente:

Non mi sento una matricola, né avverto il peso di essere il più giovane della mia categoria in questa edizione del Festival.

Una calma da far invidia al Dalai Lama…
Per Tutte le Volte Che…

Per tutte le volte che
mi dici basta e basta più non è
non corrisponde il flusso delle tue parole al battito del cuore.
Per tutte le volte che
mi chiedi scusa e scusa più non è ma trovi sempre il modo di farmi sembrare il simbolo del male.
Per tutte le volte che
è tua la colpa, forse non lo è
ma il dubbio basta a farmi ritrovare quella voglia di gridare ma,
poi c’è una volta in cui scatta qualcosa
fuori e dentro noi e tutto il resto è piccolo
come uno spillo impercettibile
come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perché
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti
i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto
il mondo l’universo che ci insegue ma ormai siamo irraggiungibili…
Per tutte le volte che
un pugno al mura fa nulla perché
questo dolore è dolce come il miele
confrontato con il male che ci facciamo
se così potente questo amore che ci
difendiamo con tutta la forza ma non basta quasi mai
Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perché
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti
i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto
il mondo l’universo che ci insegue ma ormai siamo irraggiungibili… irraggiungibili
Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perché
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti
i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto
il mondo l’universo, l’universo, l’universo…
Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perché
noi coperti sotto il mare a far l’amore ma
ormai siamo irraggiungibili…

COMMENTI