Uomini e Donne chiude oggi i battenti di un’edizione sfortunata in amore ma non negli ascolti

28/05/2010 di Emanuela Longo

Terminerà tra qualche ora la quattordicesima edizione di Uomini e Donne, il celebre programma di Maria De Filippi che ci ha tenuto compagnia nel pomeriggio infrasettimanale.
Una stagione, quest’ultima, non sicuramente fortunata sul piano dei sentimenti, ma che ha concesso delle ore di puro “spettacolo”, tra liti in studio, schiaffi, cacciate da parte della padrona di casa.
Ieri si è conclusa la seconda fortunata scelta dell’attuale edizione, con Ramona Amodeo ed il “SI” di Mario De Felice, nonostante la precedente “fortunata” scelta, quella che ha interessato il tronista Giuseppe Mazzitelli e Roberta Pontesilli, si è poi rivelata una storia naufragata dopo pochi mesi. Oggi, invece, assisteremo alla scelta di Samuele Nardi, della quale già conosciamo il disastroso epilogo.

Dicevamo, una stagione sfortunata sul piano dei sentimenti, ma che invece ha riconfermato ancora una volta l’apprezzamento da parte dei telespettatori. Nel comunicato stampa ufficiale, infatti, così si leggeva:

Ieri, “Uomini e Donne” ha registrato il record di ascolti della quattordicesima edizione con il 27.29% di share pari a 3 milioni 077 mila telespettatori. Uno straordinario risultato per il talk dei sentimenti ideato e condotto da Maria De Filippi che si avvia domani, venerdì 28 maggio 2010 alla conclusione di questa stagione con un successo di audience eccezionale, che assegna a “Uomini e Donne” il primato di programma leader di ascolti, imbattuto da quattordici edizioni. Oltre 2 milioni e mezzo di telespettatori medi, pari ad una share media del 22.3%, hanno seguito le vicende sentimentali che si sono intrecciate tra tronisti e corteggiatori nello studio di Maria De Filippi.


Neppure il passaggio, in alcune regione, al digitale terrestre, ha frenato il successo di un programma diventato ormai un “cult” del nostro piccolo schermo.

Il successo è ancora più significativo per la rete Ammiraglia Mediaset se si considera l’ottima risposta del programma all’avvento del digitale terrestre. Mentre con lo switch off tutti i programmi delle altre reti generaliste hanno subito una notevole perdita di pubblico giovane, vedendo un calo di share di circa 10 punti percentuali per le singole fasce di età, il programma di Maria De Filippi ha retto benissimo, senza alcuna perdita sulla fascia di pubblico giovane, registrando una media complessiva sul target 15-54 anni del 34.94%, così suddivisa: 37,21% di share nella fascia 15-24 anni; 42.05% di share nella fascia 25-34 anni; 32.71% di share nella fascia 35-44 anni; 27.81% di share nella fascia 45-54 anni. Inoltre “Uomini e Donne” ha registrato una share media del 26.5% sul pubblico attivo (15-64 anni) e risulta essere, confrontato con gli altri programmi del day time (dalle 14.45 alle 16.15), il programma con la più alta percentuale (25%) di pubblico di fascia AA, ossia individui con alto tenore di vita ed alto livello di istruzione (22.65% di laureati sull’intera serie), considerata la più appetibile dagli inserzionisti pubblicitari.

La vera novità dell’anno, è stata poi la partecipazione di concorrenti della terza età per il Trono Over, in cui ha esordito in qualità di opinionista fissa, la Signora Rosetta, “prelevata” dalla padrona di casa direttamente da un suo altro show di successo, C’è posta per te, e dall’ultima arrivata Angela Troina “Favolosa cubista”, che secondo le ultime indiscrezioni, andrà a sostituire Rosetta a partire dalla prossima stagione.

L’attesa è già tutta per la prossima edizione.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI