Trilussa – Storia d’amore e di poesia, la fiction in due puntate, stasera e domani su RaiUno con Michele Placido

11/03/2013 di Emanuela Longo

Questa sera e domani, la prima serata di RaiUno sarà occupata dalla mini fiction Trilussa. Storia d’amore e di poesia, prodotta da Titanus in collaborazione con Rai Fiction e che vede protagonista il grande attore Michele Placido, nei panni di un poeta simbolo della romanità e di una vera e propria epoca. Il personaggio interpretato da Placido, è un uomo dall’anima e dalla personalità complesse ed allo stesso tempo dissacranti, cantore di una filosofia di vita amara ma in grado comunque di conquistare il cuore della gente. Ad affiancare il celebre attore, una bravissima Monica Guerritore nei panni di Rosa, governante del poeta.

La miniserie narra gli ultimi anni di vita di Carlo Alberto Salustri, detto in arte Trilussa, ed è ispirata alla stessa biografia del poeta. La regia della serie è stata affidata a Lodovico Gasparini, mentre le musiche sono di Stelvio Cipriani, nome noto nel mondo cinematografico italiano. Nel cast, oltre ai due straordinari attori già citati, troveremo anche Valentina Corti nei panni di Giselda, che il poeta trasformerà in una vera e propria star del cinema muto.

Tra gli altri interpreti anche Emanuele Bosi nei panni di Arturo, giovane antifascista; Pietro De Silva è invece Nestore; Alfredo Pea assumerà il ruolo di Gabriele D’Annunzio, mentre Renato Scarpa sarà Papa Pio XI. Sottolineiamo anche la presenza speciale di Rodolfo Laganà nel ruolo di Rapiselli, grande amico di Trilussa.

Le due puntate della serie, sono state girate a Roma, in un set di immensa bellezza che porterà il telespettatore in viaggio negli angoli più belli della Capitale in cui Trilussa ha trascorso la sua vita. Passiamo ora alla storia della fiction.

SPOILER – Siamo nel 1937 a Roma ed il poeta è ormai prossimo ai 70 anni, nonché all’apice della sua carriera. Di lì a poco, la guerra avrebbe sconvolto non solo la Capitale ma l’intero mondo. Al di là del successo e della notorietà, Trilussa deve fare i conti con il denaro che è sempre poco e vive con l’ansia di non riuscire a pagare l’affitto.

Abita nel ghetto-ebraico a Roma, in una casa-studio del conte Osvaldo Della Rocca. Proprio quest’ultimo lancerà al poeta una sfida: riuscire a trasformare Giselda, ventenne povera e senza talento, in una stella del cinema, in cambio della casa in cui abita.

Trilussa ovviamente accetta e da quel momento inizieranno una serie di vicissitudini, malintesi e colpi di scena che coinvolgeranno anche il giovane Arturo, innamorato della ragazza. Il poeta, non solo si impegnerà a trasformare la ragazza in una vera attrice ma dovrà aiutare anche Arturo, che nel frattempo è stato accusato con la grave accusa di attentato a Mussolini, riuscendo in entrambi i casi a raggiungere i propri obiettivi.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI