Totò Schillaci sarà un boss mafioso in Squadra Antimafia

30/09/2010 di Simone Morano

Totò Schillaci

Totò Schillaci boss mafioso in una fiction: il personaggio simbolo di Italia ‘90, infatti, farà parte della serie tv Squadra Antimafia.

Quando gli è stato proposto quel ruolo, l’ex calciatore ha accettato subito.

Quello della tv e del cinema è un ruolo che mi affascina: mi hanno chiesto di interpretare un boss, ma non conta il ruolo, altrimenti cosa dovresti dire di Robert De Niro? La fiction è una cosa, la realtà un’altra.

Non è la prima intrusione di Totò nel mondo dello spettacolo, che ha già preso parte al reality L’isola dei famosi e ha avuto una piccola particina anche nel film Amore, bugie e calcetto.

Schillaci, nel corso di una partita giocata nel novembre del 1990, si rivolse a un avversario, Fabio Poli, dicendogli: “Ti faccio sparare”. L’episodio gli costò una giornata di squalifica. Nel 2008, invece, chiamato a deporre come teste dell’accusa in un processo alla cosca mafiosa della Noce, non si presentò per due volte in aula, e per questo fu multato dal giudice.

Episodi oramai lasciati alle spalle.

Vivere e lavorare in Sicilia a volte vuol dire avere a che fare con personaggi splendidi e con personaggi oscuri. Quello che conta è la propria onestà. L’Italia mi ha sempre mostrato affetto: tutti mi amano e mi rispettano, sia per quello che ho fatto in campo, sia per come sono fuori. Se sarò bravo come attore sono certo che l’affetto degli italiani crescerà.

L’ex calciatore, nella fiction prodotta da Pietro Valsecchi, girerà due scene: nella seconda verrà ucciso.

COMMENTI