Top Chef Italia 2017, concorrenti: ecco le schede dei 16 chef in gara

07/09/2017 di Emanuela Longo

Da stasera riapre la grande cucina di Top Chef Italia 2017, il talent show culinario in onda sul Nove a partire dalle ore 21:10 circa. A contendersi il titolo di Top Chef italiano saranno ben 16 concorrenti che si cimenteranno in 10 prime serate (due in più rispetto alla passata edizione). I candidati alla vittoria hanno ognuno personalità diverse con un carattere distintivo e una storia da raccontare attraverso i propri piatti. Sono chef professionisti che hanno punti di forza, debolezze e una fortuna in comune: fanno un lavoro che amano! Scopriamo chi sono, da dove vengono e cosa sognano, in attesa dell’esordio di questa sera, 7 settembre 2017.

Top Chef Italia 2017: tutti i concorrenti

Francesco Germani: 39 anni, sposato e con un figlio. Completano la sua famiglia 4 cani e 6 gatti. Laureato in Scienze Motorie e chef patron del ristorante La maniera di Carlo, a Milano, il cui nome è dedicato al padre scomparso. La sua cucina la definisce fresca, colorata e naturale. Il suo motto? “Se hai un sogno, meglio provare a realizzarlo”.

Giuseppe Cannillo: 29enne di Corato (Bari). Ama definirsi cuoco piuttosto che chef. Dopo la sfortunata avventura in Puglia con un suo ristorante poi costretto a chiudere, ora lavora in due ristoranti, uno a Milano e uno ad Arese dove attualmente vive. Per lui, che sogna un nuovo futuro dopo Top Chef, “La cucina è la mia luce in fondo al tunnel”.

Michele Elia: 34enne di Trani. Chef patron del ristorante Diavoletto Epicureo. A 12 anni frequenta la scuola alberghiera, poi lavora come capo partita ai primi piatti da Don Alfonso 1890 e poi a Dublino in un ristorante di un hotel a 5 stelle. Nel suo ristorante si occupa di tutto. “La cucina è divertimento e per questo poi metto ci metto un po’ di magia…”, dice.

Marco Failla: 29enne dalla Sicilia, executive chef al resort Villa San Bartolo di Vittoria (RG). Cucina da quando ha 13 anni ed a 21 anni è il più giovane capo partita di un ristorante a 5 stelle a Ragusa. Lavora anche a Parigi prima di fare ritorno sulla sua Isola.

Matteo Puccio: 38enne nato a Spoleto ma trapiantato a Terni. Dopo gli studi in giurisprudenza alla Luiss prima e poi in psicologia capisce che la laurea non fa per lui e si dedica totalmente alla cucina. Ha viaggiato in giro per il mondo dove ha anche cucinato e per questo la sua cucina risente di molte influenze. Ora chef manager di Ai Fusion Kitchen a Terni e insegna alla scuola del Gambero Rosso e a “La casa dello chef” a Roma.

Andrea Astolfi: 20enne di Verbania. Oggi aiuto cuoco, dice: “La cucina è la mia droga”. Dopo la scuola Alberghiera alla quale si è iscritto “per caso”, ora lavora come assistente dei docenti alla Boscolo Etoile Academy di Tuscania (VT). Per lui, “essere chef vuol dire soprattutto sacrificio e io sono disposto a tutto per arrivare”.

Andrea Fugnanesi: 22enne di Sigillo (PG), giovanissimo ma già con molta esperienza. Ha lavorato in hotel 5 stelle e lavora con lo chef Paolo Bertholier al “Nira Montana” di La Thuile, dove è demi-chef de partie.

Cristian Orsini: 31enne di Cori (LT). Dopo aver lavorato per anni nel ristorante di famiglia è partito alla volta dell’Australia. L’incontro con l’esperta della Culinary Nutrition, Chiara Manzi, gli apre gli occhi su un nuovo modo di vedere la cucina e lo avvicina alla “scienza della nutrizione culinaria”.

Massimo Biale: 51enne di Camponogara (VE) ma vive a Roma. Maresciallo e chef dell’Aeronautica. Per lui la cucina è organizzazione, regole, gerarchia.

Luca Natalini: 28enne di Pistoia. Ha iniziato come lavapiatti e ora è chef patron della Taverna di Bacco a Nettuno. E’ finalista di S. Pellegrino Young Chef 2016 (in Russia) e 2017 (in Italia). Nel suo curriculum vanta esperienze in giro per il mondo. Il suo sogno? Le Tre Stelle Michelin e una compagnia di ristoranti da dirigere.

Majda Nabaoui: 22enne dal Marocco. Appassionato sin da piccolo dei programmi italiani di cucina. Al momento lavora in un importante ristorante francese.

Cinzia Fumagalli: 50enne di Lecco. La prima donna di Top Chef 2, è stata chef docente in un istituto alberghiero. Riuscirà a dimostrare che anche le donne sanno gestire una cucina e tenere a bada gli uomini? Ha fatto parte della Federazione Italiana Cuochi, dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani e ora le piacerebbe aprire un suo ristorante.

Fabiana Scarica: 28enne di Vico Equense (NA). Si iscrive alla scuola Alma, lavora al Quisisana, alla Torre del Saracino e da Don Alfonso. Vorrebbe portare nella sua cucina una dimensione materna, con quella cura e quell’attenzione che le mamme sanno dare e che propone nel suo Villa Chiara.

Victoire Gouloubi: 36enne dal Congo.Arrivata in Italia 16 anni fa, oggi Executive Chef dell’gotel Mirtillo Rosso di Alagna (VC). Di lei dice: “Io mi sento una cuoca, non uno chef che dà solo ordini”.

Bonetta Dell’Oglio: 50enne di Palermo. Chef itinerante dice, “Voglio portare la mia Sicilia nel mondo”.

Federica Atzeri: 24enne dalla Sardegna. Sogna di aver un food truck gourmet. Ha frequentato la scuola Alberghiera e poi l’Accademia dello chef stellato Roberto Petza che la prende subito in brigata e la porta con sé ad Expo. Oggi aiuto cuoco al Lucitta di Arbatax di Nuoro, ristorante della chef Clelia Bandini.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI