“Tommaso Zorzi mi darà un paio di schiaffi?”, parla Platinette: ecco il motivo dell’astio

14/12/2020 di Valentina Gambino

Mauro Coruzzi in arte Platinette parla di Tommaso Zorzi

Platinette ospite ieri a Live, si è confrontato con Francesco Oppini e le sfere del programma. Naturalmente ha parlato pure di Tommaso Zorzi che, in merito al suo personaggio, ha preso nettamente le distanze più volte, sia online che dentro la Casa del Grande Fratello Vip.

“Tommaso Zorzi mi darà un paio di schiaffi?”, parla Mauro Coruzzi/Platinette

Hai avuto la bontà di suggerire a Tommaso un’amicizia che va al di là dell’eventuale copula, che immagino non ci sarà mai tra voi. Io non amo Zorzi, ma neanche per scherzo. Visto che lui si permette di dire che quando mi vedrà, mi darà un paio di schiaffi. Io gli schiaffi li ho presi ma da quelli che odiano quelli come me, non da quelli che sono come me. Possiamo avere opinioni differenti.

Tommaso Zorzi, dentro la Casa del Grande Fratello Vip, aveva fortemente attaccato Mauro Coruzzi in arte Platinette, contrario alla legge contro l’omofobia:

A Platinette gliene ho dette di tutte quelle che avevo. Gliele continuerò a dire fino a che avrò fiato in corpo. Tu ti approfitti delle battaglie che hanno fatto le persone prima di te per permetterti di fare quello che fai in televisione. E poi dici che la legge contro l’omotransfobia è un vittimismo degli omosessuali, che sei contro il matrimonio gay e le adozioni gay. Ma se c’è stata gente sparata a New York nel 1969 a Stonewall dove le trans venivano prese a fucilate per i tuoi diritti, per fare la baraccona in tv, non ti permetti di andare contro questa battaglia.

È tutto un gioco politico. Mauro Coruzzi vive nel suo mondo. Non c’è un mio amico gay che si senta rappresentato da Mauro Coruzzi. Lui è contro il matrimonio e le adozioni. Non puoi farci un discorso normale, bisognerebbe dargli due sberle e dirgli: ‘Non parlare più a nome della comunità perché non la rappresenti, non ti vogliamo.

Lo scorso luglio Platinette aveva apostrofato la legge contro l’omofobia come una “puttan*ta colossale. Anche all’epoca Tommaso Zorzi, fuori dalla Casa del Grande Fratello Vip, aveva già espresso il suo chiaro punto di vista contro Mauro Coruzzi:

Premesso che io aborro il personaggio. Nessuno della comunità LGBT si è mai sentito rappresentato da Mauro Platinette. La cosa che mi fa incaz*are e vi giuro che io sto tremando è che lui sputa sulle stesse battaglie che gli hanno consentito di andare in tv e fare il pagliaccio. Il prezzo che tu hai deciso di pagare pur di andare in televisione è quello di fare la caricatura dell’omosessuale, quello di fare la macchietta ed è quanto di peggio tu possa fare per la nostra comunità. Prendendo questa posizione, io magari lavorerò meno. Io però ho qualcosa che tu non avrai mai, l’integrità morale e la dignità e sinceramente non farei a cambio.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI