Tommaso Zorzi contro Myss Keta: “Il mese del pride non è il Natale dei gay” (VIDEO)

13/06/2020 di Valentina Gambino

Tommaso Zorzi non ha assolutamente peli sulla lingua, ecco perché, in occasione del Pride Month, ha deciso di mettere in chiaro il suo punto di vista, prendendo in considerazione anche una icona gay come Myss Keta, rea di aver fatto uno scivolone che non è passato inosservato.

Tommaso Zorzi contro Myss Keta
Tommaso Zorzi contro Myss Keta

Tommaso Zorzi contro Myss Keta, ecco cosa è successo

Giugno mese del pride e mese in cui i brand si fanno due conti e fanno le robe rainbow mandandole agli influencer. Se tu vuoi lottare per i diritti lgbt non lo Fai mettendo una bandiera nei tuoi calzini. Ogni anno brand che non ti cagan*, a giugno diventano Gloria Gayonr e hanno tutti voglia di mandarti roba rainbow.

Lo stesso vale per i personaggi che si pronunciano in questo periodo con grandi discorsi strappalacrime. L’ultima è Myss Keta. Ha pubblicato un video dove fa questo discorso sui diritti LGBT e nel rifletto degli occhiali si vede uno che le sta tenendo un foglio dal quale lei sta leggendo questo meraviglioso discorso.

Il mese del pride non è il Natale dei gay, non dovete farci regali. Dovete farlo tutto l’anno in silenzio, con i fatti, non con le parole. Mi è salita la polemica ma almeno la faccio con nomi e cognomi. E’ la mia verità, quello che penso e volevo dirvelo.

E lo so che la Myss è sempre stata una super froci*rola ma almeno fai lo sforzo d’impararlo, il minimo che puoi fare per una questione di rispetto, non puoi leggerlo… no!

Io, pur amando follemente Myss Keta, sono molto d’accordo con il discorso di Tommaso Zorzi, specie: “Il mese del pride non è il Natale dei gay”, questo sì che lo stamperei sopra una maglietta.

Ad inizio articolo il VIDEO con lo sfogo di Tommaso Zorzi.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI