Teo Mammuccari, in The Cube. Ed intanto sogna un One Man Show, “come quelli di Fiorello e Panariello”

01/09/2011 di Emanuela Longo

E’ atteso per il prossimo mercoledì 7 settembre, in prima serata sulla rete giovane di casa Mediaset, il nuovo programma condotto da Teo Mammuccari, The Cube – La sfida. Come abbiamo già avuto modo di vedere, trattasi di un vero e proprio game show ad alta tensione, in quattro appuntamenti, tutti registrati in uno spettacolare studio londinese. Come mai la scelta di spostarsi in Inghilterra per registrare la trasmissione? La risposta ce la rivela direttamente Mammuccari, nel corso di una recente intervista sulle pagine del settimanale TelePiù:

Quello di Londra è l’unico studio al mondo che consente di riprodurre fedelmente la trasmissione originale. Ci sono 34 telecamere e 99 macchine fotografiche che riprendono ogni istante del programma: vedrete riprese dettagliatissime, alcune in 3D. Sembrerà di essere al cinema!

Teo, nell’ambito della stessa intervista, ha poi rivelato di voler puntare in particolare su spettatori giovani e non solo in occasione del suo nuovo game show. Nonostante abbia infatti condotto fino a due anni fa Sarabanda e Scherzi a Parte su Canale 5, si considera più portato per il pubblico di Italia 1, autodefinendosi come “il conduttore dei ragazzi”.

Tra i suoi sogni nel cassetto, sempre da un punto di vista professionale, quello di condurre un One Man Show, al pari di Fiorello o Giorgio Panariello:

Un programma tutto e solo mio, con i miei scherzi, le mie battute e tanti ospiti. Qualche idea ce l’ho ma per il momento voglio aspettare.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI