Su RaiDue viene ridimensionato il pomeriggio. Chiusura anticipata per Scalo 76 Talent? Il calo di ascolti sta diventando un’epidemia

14/10/2009 di Emanuela Longo

Si sta parlando tanto, proprio in questi giorni, della celeberrima influenza A, che sta colpendo milioni di italiani. Anche la Signora Mori ha deciso di mettersi al riparo contro eventuali contagi di varia natura, tanto da costringere i suoi truccatori ad indossare mascherine, durante il loro lavoro, onde evitare di spargere microbi nell’ambiente. Ma non è tutto. Un bel cartello affisso sulla porta del suo camerino, recita:

Per favore evitiamo di salutarci con baci e strette di mano. C’è l’influenza a. È amore anche questo.

Ma l’influenza in arrivo non è l’unica epidemia di cui la Rai deve aver paura, di questi tempi.
Dall’inizio della nuova stagione televisiva, infatti, i palinsesti della televisione pubblica sono stati praticamente stravolti, e già alcuni programmi dall’esordio deludente, sono finiti in fretta nel dimenticatoio.

Principale sintomo di questa nuova influenza che ormai ha preso d’assalto gli studi Rai, è il calo di ascolti. E a pagarne le conseguenze, questa volta rischiano di essere alcuni programmi del pomeriggio di RaiDue.La crisi di ascolti porterà, con ogni probabilità, a chiudere il talent show pomeridiano, Scalo 76 Talent, condotto dalla coppia Agosti-Rostagno, prima del previsto (la scadenza era stata fissata al 23 gennaio). Addirittura si vocifera che anche il format Italian Academy 2, non andrà in onda, a dispetto di ogni previsione. Anche L’Italia sul 2, sembra calare a picco.

Tutti questi non entusiasmanti risultati hanno smosso Massimo Liofredi, direttore di RaiDue, che pare abbia pensato di riesumare uno dei volti noti della tv Rai, Paolo Limiti, ritenuto la “pillola” dall’effetto benefico, capace di scacciare questa brutta influenza dilagante, portando ad un pò di ascolti in più per la tv tradizionalista Rai.

E pensare che una volta si era parlato dell’intento di ringiovanire la seconda rete pubblica.
Mera utopia?

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI