Studio Aperto: Silvio Berlusconi parla del caso Ruby. “Ho uno stabile rapporto di affetto con una persona”

17/01/2011 di Laura Errico

Nell’edizione di ieri sera di Studio Aperto è stato mandato in onda un video nel quale Silvio Berlusconi ha parlato delle indagini che lo stanno vedendo protagonista in questi giorni.

Come è stato ripetutamente scritto sui giornali, il presidente del Consiglio è accusato di aver favorito la prostituzione minorile, in quanto avrebbe avuto, secondo le accuse, diversi rapporti sessuali con Ruby, la ragazza marocchina, che al momento dei fatti aveva 17 anni.

Il messaggio del premier è iniziato con queste parole:

Cari amici, alcuni noti PM della Procura di Milano hanno effettuato una gravissima intromissione nella mia vita privata, effettuando un’inaccettabile schedatura dei miei ospiti nella casa di Arcore. Con l’individuazione di tutti i loro numeri telefonici, hanno messo sotto controllo per diversi mesi i loro telefoni, hanno adottato un atteggiamento discriminatorio ed umiliante nei confronti di persone che non hanno alcuna responsabilità, se non quella di essere state mie ospiti e di portarmi amicizia ed affetto. Ancora una volta la giustizia è stata piegata a finalità di carattere politico con una volontà chiaramente persecutoria nei miei confronti.

Poi Silvio Berlusconi ha asserito che sono state aperte delle indagini sul suo conto solo perchè ci sono persone che non hano gradito il voto di fiducia che ha ottenuto. Infatti, a suo dire, le accuse gli sono state fatte pochissimi giorni dopo dal voto di fiducia. Il presidente del Consiglio ha dichiarato che tutte le accuse che gli sono state mosse sono completamente infondate e ha addotto alcune prove: Ruby ha negato di aver avuto rapporti sessuali con lui e ha anche detto di non aver mai ricevuto avances dal premier. Inoltre la ragazza, sempre a detta di Silvio Berlusconi, si è presentata a tutti come una 24enne, non rivelando la sua vera età.

Inoltre la quarta carica dello Stato Italiano ha affermato di non aver mai offerto soldi in cambio di prestazioni sessuali e ha difeso Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti.

Del resto io, da quando mi sono separato – ma non avrei mai voluto dirlo per non darle un’esposizione mediatica – ho avuto uno stabile rapporto di affetto con una persona, che ovviamente era spesso con me in quelle serate e che certo non avrebbe consentito che accadessero a cena, o nei dopo cena, quegli assurdi fatti, che certi giornali hanno ipotizzato.

Il discorso poi è andato avanti con affermazioni sulle intercettazioni telefoniche e sulla parzialità di alcuni giudici.

Per vedere l’intero video CLICCA QUI.

COMMENTI