Striscia la Notizia e Gerry Scotti, querela dall’Istituto Nazionale Tumori: ecco perché

22/03/2020 di Valentina Gambino

Striscia la Notizia, querela al TG e Gerry Scotti

Striscia la Notizia è stata querelata dalla Direzione generale dell’Istituto nazionale tumori “Pascale” di Napoli e dal professor Paolo Ascierto. La querela è nei confronti del direttore responsabile e del conduttore del tg satirico di Canale 5, Gerry Scotti.

Striscia la Notizia querelata dall’Istituto e il prof Ascierto: ecco per quale motivo

Secondo quello che scrive il Secolo d’Italia, pare che le azioni legali saranno avviate anche nei confronti di quanti hanno curato il servizio andato in onda il 17 marzo, che ha richiamato la trasmissione “Carta Bianca” di Bianca Berlinguer.

Il TG satirico, aveva mandato in onda un servizio, parlando di “figuraccia” da parte del professor Ascierto, apparentemente smentito dal dottor Massimo Galli del Sacco di Milano sull’efficacia del farmaco contro l’artrite sugli ammalati di Coronavirus.

In una nota, diffusa dell’Istituto nazionale tumori Pascale, si legge che il servizio di Striscia la notizia è stato:

montato ad arte, gravemente lesivo dell’onore e della reputazione del prof. Paolo Ascierto e dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale, oltre che del tutto inopportuno e inappropriato in relazione alla drammaticità del momento che si vive, denotando una mancanza assoluta di sensibilità, specie nei confronti dei medici impegnati in prima linea e di quanti, come il prof. Ascierto, sommessamente sperimentano trattamenti terapeutici e cure, peraltro con risultati positivi.

Le parole di Gerry Scotti

Querelato anche Gerry Scotti. L’attuale conduttore di Striscia la Notizia, raggiunto da Radio Kiss Kiss ha precisato:

Volevo dire una cosa sulla polemica tra Ascierto e Galli: qui non si tratta di fare il tifo per l’uno e per gli altri. Posso fare solo i complimenti: Striscia la Notizia è un giornale satirico. La satira non guarda in faccia a nessuno, a volte neanche alla morte. Deve essere necessariamente cattiva. Voglio spersonalizzare la cosa. Dovessi essere chiamato davanti a Dio a testimoniare, purtroppo ci andranno gli autori o Antonio Ricci, non io, che sono solo il lettore di quel momento, di quel servizio. Se volete il mio parere da telespettatore è: Ascierto è stato zitto e si è dimostrato un signore. L’altro virologo, quello di Milano, forse poteva fare un passo indietro e non fare il primo della classe.

A seguire, anche la risposta di Striscia La Notizia:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Striscia la notizia (@striscialanotizia) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI