Stasera in Tv: 27 gennaio 2010. In occasione della Giornata della Memoria, su RaiUno il film Mi ricordo di Anna Frank; nuovo appuntamento con Le Iene Show

27/01/2010 di Emanuela Longo

Questa sera, RaiUno inaugura il prime time con la fiction Mi ricordo di Anna Frank: in occasione della Giornata della Memoria, viene riproposta la storia della ragazza “simbolo” degli orrori dell’Olocausto. Sulla seconda rete Rai, assisteremo al secondo appuntamento con Francesco Facchinetti e il suo show Il più grande (Italiano di tutti i tempi), durante il quale avverrà l’elezione del più grande italiano che in qualche modo ha rappresentato la storia del nostro paese. Per gli appassionati di calcio, RaiTre propone la partita Milan-Udine, valevole per i Quarti di finale della Tim Cup.
La Mediaset, si divide tra film e varietà, con la pellicola Milano Palermo – Il ritorno, in onda su Canale 5. Un nuovo appuntamento con Le Iene Ilary Blasi, Luca e Paolo su Italia 1, tra ironia pungente e attualità, mentre su Rete 4 il film con Bud Spencer e Terence Hill, Non c’è due senza quattro.
Su La7, il reality educativo S.O.S. Tata, in cui Tata Lucia e le sue colleghe si metteranno a disposizione di genitori bisognosi di aiuto nell’educazione dei loro figli.

Dopo il salto, la lista completa dei programmi in prima serata.

RAIUNO: 21:10, Mi ricordo di Anna Frank (Fiction in prima visione)

RAIDUE: 21:05, Il più grande(Italiano di tutti i tempi)

RAITRE: 20:55, Milano Calcio Tim Cup Quarti di Finale Milan-Udinese

RETE 4: 21:10, Non c’è due senza quattro (Film)

CANALE 5: 21:10, Milano Palermo – Il ritorno (Film)

ITALIA 1: 21:10, Le Iene Show

LA7: 21:10, S.O.S. Adolescenti: istruzioni per l’uso (Reality)

MTV: 21:00, La vita segreta di una teenager americana (Telefilm)

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI