Silvia Romano, il premier Conte la difende dopo i vergognosi attacchi – VIDEO

14/05/2020 di Emanuela Longo

Silvia Romano, la cooperante italiana liberata dopo 18 mesi di prigionia, continua ad essere al centro dei vergognosi attacchi web. Non solo da parte di deputati leghisti ma anche di influencer. A scendere in campo in sua difesa è stato però il premier Giuseppe Conte, lo stesso che solo pochi giorni fa ha accolto la giovane dopo essere atterrata a Ciampino insieme al ministro Di Maio.

Silvia Romano: il premier Conte prende le sue difese

Silvia Conte e premier Conte

Dopo aver ammesso di essersi volontariamente convertita all’Islam, di non aver subito violenze né matrimoni e dopo aver sfoggiato il suo sorriso, Silvia Romano, soprattutto in quanto donna libera, è stata oggetto di insulti e critiche sul web.

A scatenare il maggior sdegno social, l’indiscrezione secondo la quale lo Stato italiano avrebbe pagato 4 milioni di euro di riscatto per la sua liberazione.

Proprio nella medesima giornata in cui il deputato leghista Alessandro Pagano in aula dava della “neo terrorista” a Silvia Romano, il premier Conte è sceso in sua difesa ed ha voluto dire la sua nella conferenza stampa del Governo dopo il varo del Decreto Rilancio (video in apertura):

Non avevo presente quello che è stato detto su Silvia Romano. Dico soltanto a chiunque abbia da speculare su Silvia Romano: per poter speculare su di lei ci dovremmo ritrovare a 23 anni rapiti in Kenya. Dovremmo essere trasportati da persone armate di kalashnikov nella foresta, camminando sino a 9 ore al giorno per un mese. Passare in quattro rifugi consecutivi. Essere continuamente sorvegliati da persone con kalashnikov. Dopo, quando si fa questa esperienza, si ritorna qui, e allora vi potremmo ascoltare e fare tutte le conseguenze del caso.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI