Sergio Sylvestre sbaglia l’inno di Mameli, finale Coppa Italia: ecco cosa è successo – VIDEO

18/06/2020 di Emanuela Longo

La finale di Coppa Italia è stata preceduta come da tradizione dall’emozionante inno di Mameli che ieri sera era affidato al giovane artista Sergio Sylvestre. L’ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, tuttavia, colto probabilmente dall’emozione ha dimenticato le parole bloccandosi per qualche istante prima di portare a termine l’emozionante esecuzione. Ma cosa è successo? (Video in apertura)

Sergio Sylvestre sbaglia l’inno di Mameli: cosa è successo

Sergio Sylvestre

Tradito dall’emozione, Sergio Sylvestre durante l’esecuzione dell’inno di Maleli ha dimenticato le parole restando in silenzio per brevissimi istanti. Il web si è subito accorto di questo momento di imbarazzo bollandolo subito come una clamorosa gaffe. Inevitabile, poco dopo, l’intervento del cantante che attraverso le sue Instagram Stories ha spiegato l’accaduto:

Ho appena finito di cantare, sono emozionatissimo. L’emozione era molto grande, ma grazie…

Poi, forse alla luce delle numerose critiche ricevute, Sergio ha proseguito spiegando cosa è realmente accaduto trovandosi di fronte ad uno stadio completamente vuoto:

Volevo dire 2 cose molto veloci, è stata una serata molto emozionante, non sono mai stato così emozionato neanche quando sono stato ad Amici e Sanremo. E’ stata una cosa incredibile vedere uno stadio così vuoto e sentire quest’eco fortissima, è stato incredibile e mi sono bloccato perchè mi veniva una tristezza molto forte, sono una persona molto sensibile, queste cose qui quando sono sul palco mi commuove tanto, in quel momento mi sono bloccato non perchè mi sono dimenticato le parole ma perchè l’emozione… vedere un palco così vuoto, è un peccato…

Nonostante la sua spiegazione i social non hanno risparmiato le loro feroci critiche con attacchi vergognosi che nella maggior parte dei casi si sono riversati sul colore della sua pelle e sul fisico (e che noi qui vi risparmiamo evitando di alimentare ulteriore ignoranza). Nulla a che vedere con la sua esibizione, chiaramente.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI