Sanremo 2018, Ron con “Almeno pensami” – TESTO

06/02/2018 di Valentina Gambino

Con la canzone che Ron interpreterà al Festival di Sanremo 2018, il grande Lucio Dalla tornerà sul palco quest’anno: “Almeno pensami” è infatti un brano scritto interamente da lui. La canzone racconta, con poetica semplicità, un amore dove le distanze spaziali vengono colmate dalla forza dell’amore, e basta chiudere gli occhi per ritrovarsi vicini. Eccovi a seguire, tutte le dichiarazioni dell’artista a Sorrisi.com e il testo della canzone.

Ron a Sanremo 2018

“Il brano racconta un amore non corrisposto con un linguaggio tenero. Con toni intimi, non ritmici: siamo dalle parti di “Cara”, per intenderci, nel mondo meraviglioso di Lucio” spiega Ron. “E io ci ho messo del mio per dare alla canzone il valore che merita”. A Dalla è dedicato anche il suo prossimo disco: ““Lucio!” sarà un album con 14 canzoni, scritte da lui o insieme con lui, che uscirà il 23 marzo e conterrà delle chicche bellissime” assicura l’artista che a Sanremo, nonostante quasi 50 anni di carriera, sente ancora un po’ di insicurezza sul palco.

Chi l’avrebbe mai detto? Eppure è così: “Prima dell’esibizione cerco di non pensare a nulla ma non ci riesco, sono un emotivo. Ma la tensione fa bene”. Sembra un messaggio agli artisti più giovani, a cui Ron ha qualcosa da dire: “Sanremo non è il Festival dei cantanti, ma delle canzoni. Negli ultimi anni, forse anche per l’influenza dei talent, ce ne siamo dimenticati: non conta il personaggio, conta l’interpretazione. Bisogna dare il massimo e far “levitare” un testo ogni volta come se fosse sempre la prima”. Venerdì 9 febbraio duetterà con Alice.

Ron, il testo di “Almeno pensami”

di L. Dalla / Ed. Pressing Line – Bologna

Ah fossi un piccione
Che dai tetti vola giù fino al suo cuore
Almeno fossi in quel bicchiere
Che quando beve le andrei giù fino a un suo piede
Fossi morto tornerei
Per rivederla ogni mattina quando esce
Avessi il mare in una mano
Ce ne andremo via fino al punto più lontano

Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono parlami
Io e la notte siamo qua
Ma come si fa
A tenere un cuore
Se ho le mani sempre sporche di carbone
Son già passati mille anni
Tanto è il tempo che ti guardo e non mi parli
Senza lei io morirei
Ma chiudo gli occhi e so sempre dove sei
Sempre più lontano
O dentro questa goccia che mi è caduta sulla mano

Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi…
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono, parlami
Io e la notte siamo qua
Ma come si fa

Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi…
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono, parlami
Io e la notte siamo qua…
Se è troppo buio svegliati
Se stai dormendo sognami
Se mi sogni io sono lì
Dentro di te
Sempre più lontano
O dentro questa goccia che mi è caduta sulla mano

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI