Sanremo 2018, Renzo Rubino con “Custodire” – TESTO

06/02/2018 di Valentina Gambino

Renzo Rubino partecipa nel 2013 al Festival di Sanremo nella categoria Giovani, con il brano “Il postino (amami uomo)”, aggiudicandosi il Premio Mia Martini. La canzone è contenuta nel suo secondo album dal titolo “Poppins”, nel quale è presente anche una cover di Domenico Modugno, “Milioni di scintille”, suonata dal trombettista Fabrizio Bosso. Nel 2014 partecipa al Festival di Sanremo, nella categoria Campioni. Presenta i brani “Ora” e “Per sempre e poi basta”. Al Festival di Sanremo 2018 canterà il brano “Custodire”.

Renzo Rubino a Sanremo 2018

Il 9 febbraio Renzo pubblicherà una nuova edizione del suo ultimo album “Il gelato dopo il mare”, con alcuni inediti. “A un certo punto ho pensato che non avrei mai più fatto questo lavoro” ammette a Sorrisi.com. “Il mondo della musica è diventato troppo veloce per una persona quieta come me”. Così, dopo un primo trasloco a Roma e una vita “nomade” per i concerti, è tornato nella sua città, Martina Franca, in provincia di Taranto.

“Voglio vivere di musica senza essere per forza sovraesposto sui social o sui giornali” spiega “e vorrei essere considerato interessante per le canzoni che scrivo e non per i calzini che indosso”. Una gratificazione intanto l’ha ricevuta: “Mi sento fortunato a cantare un brano così, non pensato per il Festival” spiega. “Questa è l’occasione definitiva per far conoscere i valori in cui credo e le mie nuove priorità”. Venerdì 9 febbraio duetterà con Serena Rossi.

Renzo Rubino, il testo di “Custodire”

di R. Rubino

Ed. iCompany/Sony/ATV Music Publishing (Italy) – Roma – Milano

Tu ridotta una bambina
Io tradotto in un bastardo
Noi non siamo mai stanchi nell’odiarci
Come abbiamo fatto ad essere qui
Pronti ad azzuffarci
Se prima era una corsa per amarci
Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
Abbracciami dai
Arrabbiati poi
Tu vestita d’innocenza
Io carisma usato male
Non poteva che sbocciare un cardo viola
Come abbiamo fatto a esistere
Senza mai resistere
Troppo giovani per invecchiare insieme

Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
Abbracciami dai
Arrabbiati poi
Per una volta parlatevi
E fatelo pianissimo
Per una volta slegatevi
Lasciando qualcosa di buono un imprevisto
Gettando tutto il resto

Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
Abbracciami dai
Arrabbiati poi
Può sopravvivere affetto in questa stanza
O lontano da noi
Proviamoci dai
Come non abbiamo fatto mai

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI