Sanremo 2018, Noemi con “Non smettere mai di cercarmi” – TESTO

06/02/2018 di Valentina Gambino

Con “Non smettere mai di cercarmi”, Noemi torna al Festival di Sanremo interpretando una ballata sentimentale (che lei definisce power ballad) che parla di un amore arrivato al capolinea, ma che non può e non deve essere dimenticato. Per la cantante si tratta della quinta volta a Sanremo: nel 2010 partecipò con Per tutta la vita, nel 2012 con Sono solo parole, classificatosi al terzo posto, nel 2014 con Un uomo è un albero e Bagnati dal sole e nel 2016 con La borsa di una donna.

Noemi a Sanremo 2018

La canzone è contenuta nel nuovo album “La luna” in uscita il 9 febbraio e racconta un fenomeno della fisica conosciuto con il nome (molto romantico) di “equazione dell’amore”. In pratica, se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo e poi vengono separati, non possiamo più distinguerli. “Come per gli amori che finiscono: ciò che accade a ciascuno dei due continua a influenzare l’altro, anche se si è distanti chilometri o anni luce” spiega l’artista a Sorrisi.com, una delle quattro donne tra i Big.

“Bisogna ammetterlo: l’ambiente musicale è un po’ maschilista, basti pensare che sono pochissime le produttrici. Ma ciascuna di noi in gara varrà per quattro” promette Noemi, che per le sue esibizioni all’Ariston sta pensando a un look sfolgorante. L’icona sanremese a cui si ispira? “Patty Pravo, che nel 1997 interpretò “…E dimmi che non vuoi morire”. Perché con il suo stile ha insegnato alle donne a essere femminili, senza rinunciare alla propria forza. La considero un grandissimo esempio”. Venerdì 9 febbraio duetterà con Paola Turci.

Noemi, il testo di “Non smettere mai di cercarmi”

di V. Scopelliti – M. Pelan – D. Calvetti – F. De Martino – M. Pelan

Ed. Music Union/Warner Chappell Musica Italiana/Red Sap Music/Baraonda Edizioni Musicali – Milano – Roma – Bergamo

Penso sempre a quello che è stato
Tutto perfetto niente di sbagliato
I nostri sogni, i viaggi in treno
Con la paura che non sia vero
Tu che dici «ciao» ed io che quasi tremo
I tuoi difetti ti fanno sincero
La tua allegria a peso d’oro
Le lunghe attese negli aeroporti
Pochi giorni ma solo nostri
Atterraggi di fortuna
Con il peso di una piuma
Come una goccia scavi piano e piano piano
Tu vai già via… via

Non smettere mai di cercarmi
Dentro ogni cosa che vivi e
Per quando verrò a trovarti
In tutto quello che scrivi
Ci pensi mai a quello che è stato
Quando dici che era tutto sbagliato
La luce taglia il primo bacio
E la promessa che mi hai regalato
Tu che parli piano
Ed io qui senza fiato
Le nostre strade così diverse
L’una nell’altra si sono perse
La schiena nuda contro una chiesa
A profanare una lunga attesa
La distanza è una scusa
Ma lentamente ci consuma
Mentre fuori il sole sorge piano… e piano piano
Tu vai già via… via

Non smettere mai di cercarmi
Dentro ogni cosa che vivi e
Per quando verrò a trovarti
In tutto quello che scrivi
E più sarai lontana e più sarai con me
Tu intanto fai bei sogni… che sono nostri i sogni…
Non smettere mai di cercarmi
Dentro ogni cosa che vivi e
Per quando verrò a trovarti
In tutto quello che scrivi
Non smettere mai di cercarmi
Dentro ogni cosa che vivi e
Ti basta soltanto un pensiero
Per cancellare i confini

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI