Sanremo 2018, news: pronostici vincitore, Ermal Meta e Fabrizio Moro favoriti?

10/01/2018 di Emanuela Longo

Dopo la conferenza stampa di ieri, alla vigilia dell’esordio della 68esima edizione del Festival di Sanremo 2018, durante la quale sono stati annunciati ufficialmente i due co-conduttori, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, è tempo di pensare ai concorrenti. In merito, è già partito il toto-vincitore del Big che si aggiudicherà l’edizione targata Claudio Baglioni. Chi sono i nomi dei favoriti secondo i pronostici riferiti da Agipro? Scopriamoli insieme, con i primi e gli ultimi in lavagna.

Sanremo 2018, chi vincerà il Festival di Claudio Baglioni?

L’inedita coppia formata da Ermal Meta e Fabrizio Moro è favorita per la vittoria del prossimo Festival di Sanremo 2018, condotto da Claudio Baglioni insieme a Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino: sulla lavagna di Microgame la vittoria vale 3,15, con Mario Biondi che insegue a 5 volte la scommessa e Noemi a 7,00. Ai piedi del podio si piazza Max Gazzè a 9,50, tallonato da Elio e le Storie tese a 10 volte la posta.

Giuseppe Caccamo e Annalisa, riferisce Agipronews, sono entrambi a quota 12,00, con gli ex Pooh Roby Facchinetti e Riccardo Fogli a 13,00. Si piazzano a 15 volte la scommessa Nina Zilli e il cantautore tarantino Renzo Rubino; stessa quota anche per i The Kolors (lanciati dal talent Amici di Maria De Filippi), per la coppia formata da Enzo Avitabile e Peppe Servillo e per Ornella Vanoni, accompagnata da Bungaro e Pacifico.

La vittoria de Lo Stato Sociale si gioca a 18,00, con Ron che insegue a 20,00 (stessa quota anche per Le Vibrazioni). Poche chance per Luca Barbarossa, Red Canzian e i Decibel (tutti a 22,00), con Diodato e Roy Paci ultimi in lavagna a 25,00.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI