Sanremo 2018, Annalisa con “Il mondo prima di te” – TESTO

06/02/2018 di Valentina Gambino

Annalisa torna a Sanremo per la quarta volta: la prima era stata nel 2013 con il singolo Scintille, poi è stata la volta del Festival 2015 con Una finestra tra le stelle e infine Sanremo 2016, con Il diluvio universale. La canzone che porterà a Sanremo 2018 si chiama Il mondo prima di te, una canzone in chiave pop tra i le più radiofoniche di quest’anno, dal testo suggestivo per quanto inafferrabile, che fa leva su un arrangiamento contemporaneo e sulla voce della sua interprete. Tra gli autori del brano, oltre a lei, ci sono Alessandro Raina e Davide Simonetta.

Annalisa a Sanremo 2018

Il nuovo disco di Annalisa, contenente anche il singolo sanremese, uscirà il prossimo 16 febbraio. L’artista lo presenta così agli estimatori: “Dentro questo disco c’è la fame, la voglia di buttarsi. C’è l’emozione, l’energia. Le persone che mi hanno accompagnata e che ringrazierò sempre. E poi ci sono tutti quei momenti in cui mi sono fermata a pensare, mi sono guardata, e ad un certo punto mi sono ritrovata completamente diversa. Nuova. Rinata”.

“Ed è lì che ho cominciato a camminare – continua Annalisa – e non avevo dubbi che la “direzione” fosse “la vita”. Adesso voglio addentrarmi ancora di più, PARTIRE nel vero senso della parola, verso tutto ciò che di nuovo e luminoso possa esserci. Ecco perché “Bye Bye”. È il mio saluto, come per ricordarmi di tutto quello che è stato, di tutte le esperienze bellissime che mi hanno fatta diventare quella che sono oggi. Io ne vado fiera. Ne sono felice. Rifarei tutto da capo. E soprattutto mi sono capita. Mi sono trovata. E so dove voglio andare”. Venerdì duetterà con Michele Bravi.

Annalisa, il testo di Il mondo prima di te

Il mondo prima di te di A. Scarrone – D. Simonetta – A. Raina
Ed. Warner Chappell Music Italiana/Music Union/Eclectic Music Group/Universal Music Italia – Milano

Un giorno capiremo chi siamo
Senza dire niente
E sembrerà normale
Immaginare che il mondo
Scelga di girare
Attorno a un altro sole
È una casa senza le pareti
Da costruire nel tempo
Costruire dal niente
Come un fiore
Fino alle radici

È il mio regalo per te
Da dissetare e crescere
E siamo montagne a picco sul mare
Dal punto più alto impariamo a volare
Poi ritorniamo giù
Lungo discese pericolose
Senza difese
Ritorniamo giù
A illuminarci come l’estate
Che adesso brilla
Com’era il mondo prima di te
Un giorno capiremo chi siamo
Senza dire niente
Niente di speciale
E poi ci toglieremo i vestiti
Per poter volare più vicino al sole
In una casa senza le pareti
Da costruire nel tempo
Costruire dal niente

Siamo fiori
Siamo due radici
Che si dividono per ricominciare a crescere
E siamo montagne a picco sul mare
Dal punto più alto impariamo a volare
Poi ritorniamo giù
Lungo discese pericolose
Senza difese
Ritorniamo giù
A illuminarci come l’estate
Che adesso brilla
Com’era il mondo prima di te
Ora e per sempre ti chiedo di entrare all’ultima festa e nel mio primo amore
Poi ritorniamo giù
Lungo discese pericolose
Senza difese
Ritorniamo giù
A illuminarci come l’estate

Che adesso brilla
Com’era il mondo prima di te
Com’era il mondo prima di te
Com’era il mondo prima di te

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI