Sanremo 2012, intervista a Emma Marrone: il duetto con Alessandra Amoroso e Amici. La tracklist di Sarò Libera Sanremo Edition

09/02/2012 di Emanuela Longo

Tra le favorite alla vittoria finale, stando ai bookmaker della Snai, Emma Marrone, per la seconda volta sul palcoscenico di Sanremo dopo il secondo posto conquistato lo scorso anno cantando insieme ai Modà, è pronta ad approdare alla 62esima edizione del Festival della canzone italiana con la canzone scritta proprio da Kekko dei Modà, Non è l’inferno. Alla vigilia della sua attesa partecipazione, si è concessa per una lunga intervista al quotidiano Repubblica, dove ha raccontato le sue emozioni, il duetto con la Amoroso e rispondendo alle critiche in merito al talent che l’ha lanciata ufficialmente nel panorama musicale nostrano.

In merito alle previsioni che la vedono, come accennato, tra le favorire per la vittoria, forte anche del gran numero di fans sul social network Facebook (oltre 800 mila), così ha commentato Emma:

Non ci penso. Amo Sanremo e mi piace cantare al Festival a prescindere. Mi sento felice. Quando entro all’Ariston piango e mi viene la tachicardia? Per me comunque vada – vincere o essere sbattuta fuori – va bene lo stesso. L’importante è cantare. Francesco Silvestre mi ha scritto una canzone che è un bellissimo vestito da sera.

Sul brano che presenterà sul palco dell’Ariston e che rappresenta una vera e propria denuncia sociale, la cantante salentina l’ha definito

Un invito alla speranza, perché volevo farmi conoscere per quella che sono davvero: sembro una camionista ma in realtà sono Biancaneve.

Oltre alla sua partecipazione, si attende con ansia anche il duetto che la vedrà al fianco della sua amica, compaesana e collega Alessandra Amoroso. Alle tante voci secondo le quali la loro presenza in coppia possa rappresentare una vera e propria scelta di marketing, così ha replicato la Marrone:

La parola marketing non so cosa significhi, la nostra è una scelta di amicizia e di cuore. Tanta gente ha espresso il desiderio di vederci insieme, veniamo dalla stessa terra. Vogliamo ringraziare le persone che ci votano e vengono ai nostri concerti. Tutto qui.

E a chi invece la definisce un “prodotto televisivo”, proprio in relazione al talent Amici, lei risponde:

Non mi importa. Ho scelto io di andarci ed è stata la scelta più giusta: oltre a darmi la possibilità di arrivare in tv e stare fuori di casa da studente Amici mi ha dato tutto. Non tutte le famiglie possono sostenere le spese, per non mettere nessuno in difficoltà ti davano anche un piccolo stipendio. Oltre al resto: comprensione, assistenza, i migliori medici. Mi hanno fatto venire fuori come Emma: se essere un prodotto di Amici vuol dire essere rispettosa, crescere, imparare, farsi valere allora sono un prodotto di Amici.

In merito al serale del talent di Canale 5, in partenza da aprile e che vedrà proprio la cantante protagonista insieme ad altri ex concorrenti, ha infine commentato:

Non vedo l’ora, è casa mia. Lì lavoro serenamente, ritrovo le persone che mi sono state vicine. In più mi diverto.

Dal 15 febbraio, infine, sarà disponibile nei negozi di dischi Sarò Libera (Sanremo Edition), come annunciato in giornata sulla sua pagina ufficiale Facebook.

A seguire, la copertina (clicca per ingrandire) e la tracklist completa:

  1. Non è l’inferno
  2. Nel blu dipinto di blu
  3. Tra passione e lacrime
  4. Sarò libera
  5. Senza averti ma
  6. Non sono solo Te
  7. Ti capita ma
  8. Dove finisce la note
  9. Acqua e ghiaccio
  10. Maledetto quel giorno
  11. Cercavo amore
  12. Da quando mi hai lasciato Tu
  13. Un attimo
  14. Protagonista
  15. Scusa se vado via
  16. Non è l’inferno (con Alessandra Amoroso)

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI