Sanremo 2010: blogcronaca della terza serata (seconda parte). Ingresso trionfale per Nilla Pizzi; i restanti 5 giovani in gara (passano Jessica Brando e Tony Maiello). Scanu e il Trio, dentro

19/02/2010 di Emanuela Longo

Ecco il momento che attendevo dall’inizio della serata: Carmen Consoli che apre la sua presenza sul palco dell’Ariston con “Mandaci una cartolina”, tratta dall’ultimo album “Elettra”. Mi fa stizzire il timido applauso nei confronti di una Donna che quel palco se l’è meritato sia in passato così quanto oggi. Una rispettabilissima e onoratissima donna d’altri tempi; mi trasmette questo la Cantantessa per eccellenza. Con la sua eleganza che la contraddistingue, si esibisce sulle note di “Grazie dei fior”. Al termine, fa il suo ingresso trionfale la 91enne Nilla Pizzi, la prima regina del Festival di Sanremo.

A seguire, il nuovo super ospite della serata, Riccardo Cocciante, che si accomoda al pianoforte argentato per la grande occasione, esibendosi con la canzone “Nel blu dipinto di blu”. Poteva mancare forse “Se stiamo insieme”, storico pezzo di Cocciante? Ovviamente no! Ed anche il pubblico sembra apprezzare. Esibizione immancabile è quella tratta direttamente da Giulietta e Romeo. L’esibizione si prolunga così tanto che l’abbiocco è all’angolo. Per fortuna lo strazio giunge al termine.

Si va a riassumere poi, attraverso un filmato, le cinque canzoni in gara per il ripescaggio.
Subito dopo, fa il suo ingresso Francesco Renga con la canzone “La voce del silenzio”, seguita da “L’immensità”, eseguite dall’impetuosa voce di Renga, rivisitate nel suo ultimo album. Breve spazio pubblicitario per il suo tour e un po’ di gossip che non guasta mai, prima di proseguire con una dedica su richiesta da parte della Clerici alla sua piccola, “Angelo” che preannuncia il congedo di Renga. Ora l’ex riccioluto cantante può andare ad asciugare l’abbondante sudore accumulato.

In una serata così importante tutta dedicata alla grande Musica, non poteva mancare anche l’omaggio a Mia Martini. Sono le voci di Fiorella Mannoia ed Elisa, sulle note di “Almeno tu nell’universo” a ricordare la grande artista.

Si entra nuovamente nel vivo della competizione sanremese, ormai a mezzanotte inoltrata, con la presentazione dei restanti cinque cantanti in gara appartenenti alla categoria Nuova Generazione.
Inizia Jessica Brando con la canzone “Dove non ci sono ore”. Viene mandata in onda la prova registrata, poiché, essendo molto giovane (15 anni), non potrebbe esibirsi dopo la mezzanotte. Bella voce, su un testo scritto appositamente dalla brava Valeria Rossi (e lo si percepisce).
Voto di Blog Tivvù: 6-

È il turno di Nicolas Bonazzi (e qui la Clerici sbaglia sull’accento), con la canzone “Dirsi che è normale”. Classica ballata pop, nonostante la faccia anonima, bella voce. A guardandolo bene, ricorda vagamente Francesco Totti con qualche chilo in meno.
Voto di Blog Tivvù: 7+

La fame di Camilla, gruppo dal nome bizzarro quanto intrigante, cantano “Buio e luce”. Canzone che si fa ascoltare con piacere, nonostante qualche stonatura del cantante (ma sarà l’emozione, suvvia!).
Voto di Blog Tivvù: 8

“Il linguaggio della resa” è la canzone che presenta Tony Maiello, ex concorrente del talent di RaiDue, X Factor. Bella voce (ce lo ricordavamo bene), eppure la canzone non mi convince pienamente. Da riascoltare sicuramente.
Voto di Blog Tivvù: 6+

Ultimo giovane in gara, Romeus, che sogna di seguire le stesse orme dei Negramaro. Testo scritto a quattro mani con Tricarico, “Come l’autunno”. Forse il ragazzo ne dovrà ancora fare di strada prima di potersi definire paragonabile solo alla lontana a Giuliano e compagni.
Voto di Blog Tivvù: 6-

Antonella, vista anche l’ora, pronuncia senza troppi giri di parole i giovani che passano alla serata finale di domani sera: la giovanissima Jessica Brando e Tony Maiello.
Una seconda busta, contiene invece i nomi dei Big a rientrare in gara: Valerio Scanu (ma va?) e il trio maledetto (ommioddio, mi associo ai fischi del pubblico della platea).
Con questo, vi auguro la buona notte (ammesso che riuscirò a prender sonno).

A domani!

Per la prima parte della blogcronaca:
PRIMA PARTE

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI