Rai, Consigliere di Amministrazione contro Mara Venier: violate regole anti-Covid “Inaccettabile”

28/06/2020 di Emanuela Longo

Mara venier

Oggi abbiamo assistito all’ultima puntata di Domenica In con Mara Venier. Un’edizione non semplice, come più volte ribadito, e che si è chiusa a fine giugno dopo 42 appuntamenti, nonostante l’emergenza Coronavirus e l’incidente domestico costato alla padrona di casa una brutta frattura al piede. Nel corso della puntata però, Mara Venier, da sempre molto spaventata di fronte al rischio contagio da Coronavirus, si è lasciata andare a svariati abbracci con colleghi ed amici a suon di “ma che me frega!”.

Rai, Consigliere di Amministrazione contro Mara Venier: ecco perché

Subito in apertura Mara Venier ha accolto Romina Power, reduce nelle passate ore di un grave lutto familiare, abbracciandola affettuosamente. Così è avvenuto poco dopo con Loretta Goggi, altra sua ospite che si è stretta anche lei in un forte e lungo abbraccio con la Power. Infine, quasi in chiusura, abbraccio con il giovane Andrea Sannino.

Mara Venier ha forse dimenticato le importanti regole di distanziamento imposte dall’emergenza Coronavirus, e complice l’emozione dell’ultima puntata si è lasciata andare ad abbracci e baci in diretta tv, incurante delle regole. Subito dopo l’ingresso di Romina, Mara ha esclamato:

Non me ne frega niente che non ci dobbiamo abbracciare, ti abbraccio lo stesso […] Sì, stringiamoci. Non me ne frega niente che non dovremmo abbracciarci. Che ce fanno? Al massimo ce licenziano. Ricorderemo quanto era speciale tua sorella!

I tanti abbracci non sono però passati inosservati e a tuonare via Twitter nelle passate ore è stato Riccardo Laganà, consigliere di Amministrazione Rai:

Si chiede il giusto rispetto delle ferree regole sul distanziamento fisico anti-#covid19. Quel “non me ne frega niente” è uno schiaffo, su Rai1, alle leggi, al lavoro della TF aziendale ed a tutti i colleghi/e che lavorano a rischio contagio. Tutto ciò è inaccettabile #Domenicain

Gli abbracci di zia Mara hanno inevitabilmente fatto scoppiare il caso.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI