Quarto Grado: dal 5 settembre Salvo Sottile e Sabrina Scampini indagano sui nuovi casi irrisolti

03/09/2010 di Emanuela Longo

Salvo Sottile e Sabrina Scampini

A partire dal 5 settembre, Rete 4 ospiterà nuovamente il programma di approfondimento giornalistico che vedrà al timone Salvo Sottile e Sabrina Scampini.

Come sempre, verranno affrontati in prima serata temi scottanti di attualità, con storie i cui risvolti hanno in parte portato l’opinione pubblica a schierarsi su due fronti contrapposti. Si parlerà, così, dei casi di gente scomparsa, ma anche degli ignobili atti di violenza che hanno visto come vittime giovani donne, il tutto ampiamente documentato da immagini, interviste e documenti esclusivi.

Tredici nuove puntate, in cui, come esordisce lo stesso giornalista e conduttore Sottile, nel corso di una recente intervista sulle pagine del settimanale TvOggi,

Daremo spazio ai casi di persone scomparse, specialmente bambini e anziani, cercando un filo diretto con le forze dell’ordine.

Un altro programma di pubblica utilità, dunque, che in parte segue la scia di un’altra simile e storica trasmissione in onda sulla terza rete Rai, Chi l’ha visto, anche se lo stesso Sottile smentisce il paragone sottolineando come Quarto Grado vada a distinguersi dal primo per “linguaggi e target diversi”.

Novità anche nello studio,

Dotato di un touch screen, dove si potranno vedere immagini, filmati e le mappe dei luoghi,

continua il giornalista che, in questa nuova edizione, concentrerà l’attenzione, come accennato, anche ai numerosi casi di “femminicidio”, per

capire perché c’è un aumento esponenziale di questi delitti.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI