Profumo di mafia

05/11/2009 di Davide Longo

Con questo titolo eloquente Santoro aprirà questa sera una nuova puntata e vedremo tutta la redazione di Annozero in pista per svelare i misteri che avvolgono i rapporti tra Stato e Mafia, tra collusione, complicità e omertà. L’inchiesta di Stefano Bianchi e Giulia Bosetti racconterà la storia del consiglio comunale di Fondi, mentre in studio discuteranno di questione morale e politica, di legalità e gestione della cosa pubblica tra gli altri l’esponente del Pdl Italo Bocchino, l’eurodeputato dell’Italia dei Valori Luigi De Magistris.

La giunta comunale di Fondi, comune vicino a Latina, sembrerebbe infiltrata, o forse sarebbe più opportuno dire invasa, da uomini d’onore del Clan dei Casalesi. Purtroppo non sarà presente in studio il giornalista Saviano, che sarebbe stato certo un ospite perfettamente inserito nel contesto, abituato com’è a parlarci proprio di quel clan criminale, omertoso, mafioso che pare stringere molti rapporti con imprenditoria, massoneria e Mafia, come negli anni Novanta facevano Totò Riina detto “u curtu” e Provensano tramite Vito Ciancimino, Sindaco di Palermo.

Aspettando con trepidazione la rubrica di Marco Travaglio e gli approfondimenti di Sandro Ruotolo vi ricordiamo che l’appuntamento è alle 21.05 su RaiDue, concludendo con una frase di Giovanni Falcone:

Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.

COMMENTI