Niente sangue blu: le principesse del GF Vip sarebbero un “fake”, il settimanale Oggi svela nuovi dettagli sulle Selassiè

07/10/2021 di Valentina Gambino

Niente sangue blu: le principesse Selassiè sarebbero un “fake”

Il settimanale Oggi aveva “smascherato” le sorelle Selassiè: “Non sono delle vere principesse”. Il trio, in diretta al Grande Fratello Vip, si era prontamente prodigato a smentire questa “diceria” mettendo in mezzo questioni di invidia.

Niente sangue blu: le principesse Selassiè sarebbero un “fake”

Jessica, la sorella maggiore del trio Selassiè, aveva svelato in dettaglio passo dopo passo il suo sangue blu parlando di invidia: “ci siamo abituate”, aveva commentato.

Se non fossimo principesse non saremmo venute qui a smascherarlo? Non sarebbe stato intelligente come cosa…

Nel corso del prime time del Grande Fratello Vip, la famiglia delle tre sorelline aveva anche diffuso un comunicato ufficiale:

La famiglia Selassiè in merito alla notizia che riporta illazioni sulla sua discendenza può solo dire che il suo cognome e i suoi rapporti di parentela sono certificati sia dallo Stato Etiope che dallo Stato Italiano. Esistono documenti ufficiali che lo dimostrano e che saranno mostrati nelle sedi opportune qualora ce ne fosse bisogno.

Il caso sulle potenziali principesse fake, quindi, pareva archiviato in questo modo, ed invece… 

Proprio il settimanale Oggi, in edicola con il suo nuovo numero, continua a sostenere la sua tesi e rilancia:

Oggi in edicola ribadisce che i natali di Clarissa, Jessica e Lucrezia Selassiè sono decisamente meno nobili di quanto affermano loro stesse: il padre Makonnen Hailé Selassie Bissiri Aklile Berhan Giulio non sarebbe nipote del Negus, ma figlio di Beniamino Bissiri, all’epoca al servizio del Negus nel Palazzo imperiale. Oggi elenca i fatti: all’arrivo in Italia del padre, negli Anni 70 del secolo scorso, ci fu un procedimento amministrativo che appura come Aklile Berhan fosse figlio di Beniamino Bissiri.

Ad Aprilia vivono i fratelli e la sorella Rachele. In tutte le inchieste per le sue varie vicende giudiziarie, per esempio a Brescia nel 1999, si parla sempre e solo di Giulio Bissiri, non del nipote del Negus. Infine, anni fa, il governo etiope volle dare un piccolo risarcimento economico ai parenti del Negus, consentendo loro di prendere l’Hotel Ghionne ad Addis Abeba. Dal risarcimento fu escluso proprio Bissiri.

 

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI