Pierpaolo Pretelli sotto accusa (ma senza colpe): “La calunnia è un venticello…”

09/07/2021 di Valentina Gambino

Pierpaolo Pretelli

Sono giorni che Pierpaolo Pretelli è finito nel mirino del gossip contro la sua volontà. Da ore sui social si parla di un tradimento a Giulia Salemi tirando in ballo Ariadna Romero e (addirittura) Elisabetta Gregoraci.

Pierpaolo Pretelli sotto accusa: ma poi per cosa?

Account social in cerca di attenzione stanno seminando il panico ormai da giorni e il motivo di tale astio appare del tutto sconosciuto ai più. 

E mentre alcuni volti in cerca di follower facili parlerebbero di prove in mano tra presunte telefonate choc e avvistamenti sospetti, Deianira Marzano e Amedeo Venza, esperti di gossip web, hanno preso le difese di Pierpaolo Pretelli.

Nella folle corsa al gossip farlocco, hanno tirato in ballo pure Elisabetta Gregoraci, accusandola di essere l’amante di Pierpaolo.

Personalmente questa faccenda, così come ho titolato anche l’articolo, mi ricorda un’aria di Gioacchino Rossini, su testo di Cesare Sterbini, si trova nel primo Atto del Barbiere di Siviglia:

La calunnia è un venticello, un’auretta assai gentile che insensibile, sottile, leggermente, dolcemente incomincia a sussurrar. Piano piano, terra terra, sottovoce, sibilando, va scorrendo, va ronzando; nelle orecchie della gente s’introduce destramente e le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar…

Ecco il significato dell’opera:

Incentrata sulla figura di Figaro, il “factotum  della città”, che deve aiutare il Conte di Almaviva a conquistare la bella Rosina. Ma un terzo incomodo si pone tra i due: Don Bartolo vuole sposare la ragazza ed incarica il maestro di musica di Rosina, Don Basilio, di screditare Almaviva agli occhi della giovane con qualsiasi mezzo. 

E Don Basilio sa bene come fare: con la calunnia, detta un giorno qua, un giorno là, finché non si espande a macchia d’olio. In quest’aria si spiega che all’inizio la calunnia è un venticello leggero, che lentamente si insinua nella mente delle persone e poco a poco si propaga, per poi esplodere come un temporale o un terremoto, distruggendo la reputazione del calunniato.

(Qui trovate l’intera spiegazione)

Naturalmente il calunniato, in questo caso, è Pierpaolo Pretelli

Di grazia, quale sarebbe la colpa di questo ragazzo? 

Essere fidanzato, innamorato (corrisposto) e felice? Volersi concentrare sulla sua carriera? Avere un ufficio stampa? Parlare al telefono? Salutare le amiche fuori da un locale e farsi un aperitivo?

Motivazioni forti, non c’è nulla da dire.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI