Perché Belen Rodriguez indossa l’anello di fidanzamento che le ha regalato Andrea Iannone?

21/08/2020 di Valentina Gambino

Belen Rodriguez e Andrea Iannone

Sono alcuni giorni, ormai, che non si parla di altro: perché Belen Rodriguez ha nuovamente indossato l’anello di fidanzamento che le ha regalato Andrea Iannone? Proprio in passato, l’argentina ha svelato di essere rimasta in buon rapporti con il suo ex.

Perché Belen Rodriguez indossa l’anello di Iannone?

Proprio per l’affetto che lega Belen a Iannone, l’avere indossato nuovamente l’anello di fidanzamento che il pilota di MotoGP le ha regalato, potrebbe essere un gesto di “amicizia” nei suoi confronti.

Adesso, come ben sapete, l’anulare sinistro è rimasto nuovamente orfano di fedi, dopo la rottura ufficiale da Stefano De Martino. L’anello, infatti, compare anche nell’ultima fotografia Instagram postata dalla Rodriguez: “Persiana americana”, scrive a commento dello scatto postato sul suo account ufficiale.

Per i fan, questo gesto, è semplicemente una esigenza da parte di Belen di cercare un punto di riferimento stabile. Andrea Iannone, con il suo amore, ha saputo proteggerla e supportarla in maniera totalizzante. Ecco perché, la Rodriguez conserva di lui un ottimo ricordo.

Il nuovo flirt

La vita sentimentale di Belen Rodriguez è più appassionante di una soap opera spagnola. I colpi di scena, anche quelli più impossibili, non mancano mai e annoiarsi è difficilissimo. Dopo l’ennesima crisi con Stefano De Martino e una breve liaison con Gianmaria Antinolfi, la showgirl argentina si accompagna a un nuovo aitante ragazzo. Trattasi di Antonino Spinalbese, che il settimanale Vero ha sbattuto in prima pagina con la foto di un bacio che i due si sono scambiati in vacanza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Persiana americana

Un post condiviso da (@belenrodriguezreal) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI