Papa Francesco, intervista esclusiva: vaccino Covid, aborto, politica e la violenza negli Stati Uniti

10/01/2021 di Valentina Gambino

Papa Francesco, intervista esclusiva

Papa Francesco, questa sera, si concederà una lunga intervista in onda sulla rete ammiraglia di Casa Mediaset. L’esclusiva mondiale del TG5, segna una importantissima svolta affidata al buon Fabio Marchese Ragona, nella residenza Santa Marta in Vaticano.

Papa Francesco, intervista esclusiva: il vaccino Covid, l’aborto e la violenza negli Stati Uniti

Il nostro Pontefice parlerà della pandemia che ha letteralmente sconvolto il mondo e messo in ginocchio l’economia mondiale, invogliando i credenti (e non) al vaccino, nella speranza di un imminente ritorno alla normalità. Il Papa parlerà anche degli ultimi gravi disordini negli Stati Uniti e toccherà il delicato tema dell’aborto fino ad arrivare all’odierna politica.

Blogo, in anteprima, ha riportato già online degli stralci del discorso in merito alla violenza di Capitol Hill:

La violenza non è mai accettabile, questo movimento va condannato, prescindendo dalle persone. Sono rimasto stupito sapendo di questi disordini con un popolo così disciplinato. Anche nella realtà più matura sempre c’è qualcosa che non va, qualcosa che prende una strada contro la comunità, contro la democrazia, contro il bene comune. Ringrazio Dio che si sia potuto porre rimedio. Nessun popolo può vantarsi di non avere avuto un giorno un caso di violenza, succede nella storia, dobbiamo capire bene per non ripetere e imparare dalla storia. Dobbiamo imparare che i gruppi para regolari, che non sono ben inseriti nella società, prima o poi faranno queste azioni di violenza.

Il Papa si è interrogato anche per quanto riguarda il vaccino:

Io credo che eticamente tutti debbano prendere il vaccino, è un’opzione etica, perché ti giochi tu la salute, la vita, ma ti giochi anche la vita di altri. Inizieremo a farlo qui ed io mi sono prenotato, si deve fare. Quando ero bambino ricordo che c’è stata la crisi della poliomelite e tanti bambini sono poi rimasti paralitici per questo e c’era la disperazione per fare il vaccino. Quando è uscito il vaccino te lo davano con lo zucchero e c’erano tante mamme disperate… poi noi siamo cresciuti all’ombra dei vaccini, per il morbillo, per quello, per quell’altro, vaccini che ci davano da bambini… Non so perché qualcuno dice: ‘no, il vaccino è pericoloso’, ma se te lo presentano i medici come una cosa che può andare bene, che non ha dei pericoli speciali, perché non prenderlo? C’è un negazionismo suicida che io non saprei spiegare, ma oggi si deve prendere il vaccino.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI