Paolo Brosio, preghiera al GF Vip: Signorini “La predica solo in Chiesa, non gli piace? Libero di andarsene”

04/11/2020 di Emanuela Longo

Paolo Brosio

Paolo Brosio, dopo l’ultima puntata del GF Vip, si è dimostrato alquanto contrariato per la presa di posizione del conduttore Alfonso Signorini nei suoi confronti. Nel corso della serata, infatti, il conduttore lo ha rimproverato di spettacolarizzare la preghiera, invitandolo ad una maggiore discrezione nel rispetto di tutti i suoi inquilini e degli stessi spettatori. Il giornalista, di contro, non l’avrebbe presa particolarmente bene.

Paolo Brosio, la preghiera al GF Vip e l’intervento di Signorini

Intervenuto a Casa Chi, Signorini ha avuto modo di commentare a sua volta la reazione di Brosio nel post puntata di lunedì, dicendo la sua senza peli sulla lingua:

Io ieri ho dovuto contenere il mio disappunto perchè, parlo da cattolico, non mi piace quando la fede è ostentata. Se io voglio sentire una predica vado in chiesa e non vado al GF Vip e non voglio sentirla da Brosio, con tutto il rispetto perchè io rispetto il credo di chiunque, e proprio per questo bisogna essere rispettosi dell’individualità degli altri. A me di sentire le Ave Marie e i Padre Nostro e i rosari sgranati a voce alta in un contesto come quello del Grande Fratello risulta molto fastidioso.

Il conduttore non ha molto gradito, dunque, le parole del neo gieffino, al punto da tagliare corto:

Tra l’altro mi spiace avere sentito che Brosio alla fine del programma dica che Signorini gli impedisca di pregare, non è quello il messaggio che ho trasmesso. Non è un momento di spettacolo la preghiera, la preghiera si vive e non si esibisce e su questo sono fermissimo. Se non gli piace è anche libero di andarsene.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI