Pamela Prati a Domenica In, Mara Venier precisa “Non è stata pagata”, web tuona

19/05/2020 di Emanuela Longo

L’ospitata di Pamela Prati a Domenica In nell’ultima puntata del programma condotto da Mara Venier non è piaciuta a molti telespettatori. L’ex diva del Bagaglino è stata la prima ospite in studio dopo diverse settimane di conduzione in solitaria, ma a quanto pare si è trattata di una scelta poco felice, almeno secondo i fedelissimi della trasmissione storica della domenica Rai, almeno stando ai commenti social.

Pamela Prati a Domenica In, Mara Venier interviene

Pamela Prati

 

Già durante la messa in onda dell’intervista a Pamela Prati non sono mancati i commenti degli utenti social che hanno attaccato la showgirl mettendo in dubbio persino le sue lacrime. Ma i commentatori contrariati dalla sua presenza nella trasmissione in cui aveva detto un anno fa di essere “mamma e moglie” hanno espresso la loro opinione anche sotto l’ultimo post Instagram della conduttrice veneta.

Un utente, nel video di “zia Mara” con Achille Lauro, postato su Instagram, le ha fatto notare in maniera pacata:

Ti prego per il rispetto che hai per gli italiani, soprattutto nella situazione attuale, non invitare più la Prati soprattutto se pagata! Credo sia irrispettoso. Grazie e perdonami.

Puntuale la risposta della Venier, che ha approfittato per fare chiarezza sulla vicenda:

Non è stata pagata!!!

Tuttavia molti utenti hanno fatto notare che nonostante questo le è stato permesso di sponsorizzare sulla prima rete pubblica il suo libro nel quale parla (anche) del caso di Mark Caltagirone. Ed ancora, tra i commenti, moltissimi hanno asserito di aver preferito cambiare canale proprio mentre era in onda la Prati: “Una caduta di stile cara Mara. Ti confesso che ho cambiato canale”, “Io ho cambiato canale…”, “Ti adoro e ti stimo dal profondo del cuore ma veramente vedere la Prati, tra l’altro in questo momento storico, è stato disgustoso…”.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI