Oriana Marzoli parla della presunta espulsione in Cile: la verità sulle denunce e l’unico processo che la riguarda

24/01/2023 di Valentina Gambino

Oriana Marzoli parla della presunta espulsione in Cile: la verità sulle denunce

Da quanto è entrata nella Casa del Grande Fratello Vip non si parla d’altro che di Oriana Marzoli e delle sue passate partecipazioni ai reality show spagnoli e cileni tra presunte denunce ed espulsioni.

Oriana Marzoli parla della presunta espulsione in Cile

Dominique Lattimore avrebbe querelato Oriana Marzoli per discriminazione nei suoi confronti (razzismo, xenofobia e aggressione). Durante l’autunno del 2017, la venezuelana avrebbe aggredito (graffiandola su tutto il corpo) ed offeso la sua rivale con commenti xenofobi e razzisti durante un reality show.

In parte del testo della querela si evidenziava che “la suddetta (Marzoli), senza alcuna provocazione, ha cominciato a chiamarmi ‘nera, sporca e schiava’, dicendo alle altre persone che le stavano intorno ‘di cercare nella giungla’ e che ogni volta che gli passavo accanto ‘sentiva l’odore della giungla’”,

Oriana Marzoli ha parlato della sua presunta espulsione dal Cile nel 2020, nel corso dello show Live Al Otro Lado di Nataly Chilet:

Oh, per favore… sai che succede? Per i poco informati io non potrei entrare in un Paese per una denuncia che non mi è mai arrivata. Come fa qualcuno a non farti entrare in un Paese perché una persona ti denuncia falsamente e non ha alcun tipo di argomento? Non ha senso. 

Quando dicono che l’ho offesa, devo ricordare a questa ragazza, e mettere le immagini, quando mi ha anche detto delle cose, perché sembra dimenticare, ha un’amnesia. Poi, quando ho detto, ‘scimmia’ l’ho detto anche persone bianche… Quindi, ascoltiamo attentamente, e ovviamente, se fossi una persona razzista, non sarei amico di Lisandra Silva. E sono amico di Lis da anni.

E il fatto della schiava me lo ricordo benissimo, c’è un video registrato: lei mi dice ‘stai zitta, neanche ti ascolto perché sei una nana’, così sono salita su una sedia e ho urlato ‘va bene così? la regina parla ai suoi sudditi, ai miei schiavi, stai zitta schiava!’. Perdona, ma si vede che questa donna non ha studiato molto. Ci sono schiavi che sono bianchi. E quando mi riferivo agli schiavi, intendevo le persone perché andavo avanti e dicevo: “Io sono la regina e voi i miei schiavi”.

Questa ragazza voleva essere un po’ più conosciuta, perché nel reality il suo ruolo non era interessante, non importava a nessuno. Doveva uscire parlando di me, che era l’unica persona di cui poteva parlare. Quindi, è stato molto facile farlo. Ho ancora persone che mi amano e non ho smesso di avere la mia amica Lis, perché sa che non c’è un video in cui dico a qualcuno ‘sei nero’ o ‘tu sei questo’. Perché non sono razzista.

Da quel momento il caso è stato praticamente archiviato sia da Oriana che da Dominique Lattimore.

Oriana prima del GF Vip, la verità sulle denunce

Per quanto riguarda le denunce di Oriana Marzoli, si parla di 78 o 76 ma in effetti sarebbero decisamente meno.

La Marzoli, infatti, è stata citata in 16 esposti del Consiglio Nazionale della Televisione nei confronti della rete cilena MEGA. 

Di fatto, gli esposti sono differenti dalle denunce.

In questo caso particolare, l’unica dovrebbe essere quella presentata da Dominique Lattimore per i fatti accaduti nel 2017.

Oriana Marzoli, tuttavia, ha dichiarato pubblicamente di non avere ricevuto alcuna notifica.

Spunta il processo con Ylenia Padilla

In merito ai processi che coinvolgono l’attuale concorrente del Grande Fratello Vip, ad oggi l’unico che la coinvolgerebbe fa riferimento a Ylenia Padilla. 

La cantante in questione, attraverso i suoi social è arrivata a dire atrocità come “ti faccio saltare in aria” o pronunciare insulti come “mezzo metro” , in riferimento alla statura della venezuelana.

“Quando vedo Oriana per strada, le spacco la faccia con l’acido. Non mi interessa quanto devo pagarla. Vieni nel mio paese e il mio paese mi dà la possibilità di farti saltare in aria la faccia”, è stato un altro dei commenti che Ylenia ha fatto sul suo profilo.

Oriana Marzoli, davanti il tribunale di Plaza de Castilla, a Madrid, ha commentato la faccenda:

Non voglio raggiungere alcun accordo con lei. Voglio che giustizia sia fatta, è così semplice. Se una persona dice che ti picchierà e che non gli importa cosa deve pagare perché ti farà esplodere la faccia… parole testuali… quanto pagherà me lo direte voi. Perché io non lo so, lei non lo sa e nessuno lo sa.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI