Nora Amile contro Uman: “Volevo scappare da lì, mi sentivo umiliata, sembravamo dei disperati attaccati alla canna del gas”

22/05/2011 di Luana Zotti

Nora Amile, ex concorrente del brevissimo reality show Uman Take Control (programma sospeso per ascolti troppo bassi) e diventata nota grazie alla prima edizione de La pupa e il secchione, parla contro il programma dove ha partecipato.

Ero molto perplessa già prima di cominciare. Le perplessità sono aumentate quando ho saputo che sarei stata la prima cavia. Pensavo: o sarà un successo incredibile o un flop clamoroso. Ma, conoscendo la produzione, con cui ho lavorato cinque anni fa per La pupa e il secchione, ero tranquilla. Il mio errore è aver sottovalutato l’incidenza del pubblico, che decide tutto in questo reality, ma ha visto solo alcune cose di me. Però sono felice di essere stata eliminata, volevo scappare da lì, mi sentivo umiliata, sembravamo dei disperati attaccati alla canna del gas,

confessa a “Vero tv”.

Nora, ammette di aver partecipato al reality, per i soldi.

Non nego che se avessi in tasca i miliardi farei altro, anziché andare in tv. Rimango aggrappata al mondo dello spettacolo per sopravvivere, i miei mille euro d’affitto li devo pagare, in qualche modo. Ci sono tanti altri lavori per sfamarsi: è vero, ma sono sicura che se facessi la cassiera al supermarket non arriverei a fine mese. La Tv invece ti dà visibilità e la possibilità di fare serate ed eventi.

Non ha, quindi, nessuna intenzione di arrendersi Nora nel mondo dello spettacolo e sogna di fare l’attrice.

Ma finchè hai addosso l’etichetta di bella senza cervello, è più probabile venire emarginata che essere chiamata sul set,

dice Nora.

Per ora è single e ricerca l’amore, ma quello vero.

COMMENTI