Naya Rivera, straziante ricordo di Heather Morris: “Ti parlo ogni giorno, sei ancora qui con me”

17/07/2020 di Emanuela Longo

Heather Morris e Naya Rivera

A pochi giorni dalla notizia che ha sconvolto i fan di Glee, in seguito al ritrovamento del corpo di Naya Rivera, attrice 33enne morta annegata nel lago Piru dopo aver messo in salvo il figlio di 4 anni, arriva il toccante messaggio di Heather Morris. Morris e Rivera in Glee furono una coppia, rispettivamente nei panni Brittany S. Pierce e Santana Lopez. Nell’episodio finale i loro personaggi convolarono a nozze e proprio il personaggio di Santana ha contribuito ad avere un ruolo determinante per la comunità LGBTQ+.

Naya Rivera, lo straziante ricordo di Heather Morris

E’ un messaggio straziante quello scritto da Heather Morris per Naya Rivera su Instagram. L’attrice non ha pubblicato una loro foto perchè, come spiega, entrambe non amavano fotografarsi. Ma ha postato qualcosa di molto più importante, una serie di scatti dei loro figli, Josey, messo in salvo dalla madre e i piccoli Owen ed Elijah.

Abbiamo iniziato come amiche intime e poi, come tutte le cose nuove, abbiamo attraversato una fase un po’ difficile. Tuttavia, siamo rimaste al fianco l’una dell’altra e abbiamo creato la più bella amicizia costruita con l’amore e la comprensione. L’ultima volta che ho avuto l’occasione di vederti di persona, avevo lasciato delle arance fuori da casa nostra perché le prendessi. Volevo salutarti attraverso la finestra, ma il mio telefono non ha squillato quando hai chiamato (cosa che non succede mai, f*cking T-Mobile), così invece tu e Josey avete lasciato due succulente sulla porta di casa nostra come ringraziamento. Ho piantato quelle succulente e le guardo ogni giorno e penso a te.

Ascolto ancora il tuo EP a ripetizione perché dal momento in cui l’ho sentito mi ha colpito e ho sempre desiderato che il mondo conoscesse di più la tua voce. Mi hai mandato più di 5 dozzine di video SnapChat di quando tu e Josey vi siete svegliati la mattina e mi sono presa a calci per non averne salvato una. Avete sempre condiviso ricette e ho ammirato il vostro amore per il cibo. Abbiamo giurato di passare insieme ogni Pasqua, anche se Covid ci ha rubato l’ultima. Tu sei e sarai sempre l’essere umano più forte e resistente che conosco, e ho giurato di portarlo con me mentre continuo a vivere la mia vita.

Mi hai costantemente insegnato lezioni sul dolore, sulla bellezza e sul portamento, sull’essere forte, resistente e sul non fregarsene un caz*o (ma comunque sempre in modo rispettoso). Eppure, la lezione più importante che ho imparato da te è stata quella di essere un’amica coerente e amorevole. Sei stata la prima a fare domande, la prima ad ascoltare… hai amato la nostra amicizia e non l’ho mai data per scontata.

Non abbiamo mai fatto foto insieme perché odiavamo fotografarci insieme… il nostro rapporto significava più di una prova. Ho innumerevoli foto dei nostri bambini che giocano, perché condividevamo questo tipo di orgoglio e di gioia. Quindi sto mostrando al mondo una foto dei nostri piccoli per te, perché so che questo significava più di ogni altra cosa e mi ricordano te e me. Ti parlo tutti i giorni perché so che sei ancora con me e anche se mi sento triste del fatto di non avere più tempo da passare insieme, amo ogni momento che abbiamo avuto e lo tengo vicino al mio cuore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

We started out as the closest friends and then like all new things, we went through a bit of a rocky phase. However, we stuck by each other’s side and created the most beautiful friendship built out of love and understanding. The last I had the chance to see you in person, I had left oranges outside our home for you to take. I wanted to say hi through the window but my phone didn’t ring when you called (which it never does, f*cking T-Mobile), so instead you and Josey left two succulents on our doorstep as a thank you. I planted those succulents and I look at them everyday and think of you. I still listen to your EP on repeat because from the moment I heard it, it struck me and I always wished the world knew more of your voice. You sent me over 5 dozen SnapChat videos when you and Josey woke up in the morning and I kick myself that I didn’t save one of them. You always shared recipes and I admired your love for food. We vowed to spend every Easter together, even though Covid stole this last one from us. You are and always will be the strongest and most resilient human being I know, and I vowed to carry that with me as I continue to live my life. You constantly taught me lessons about grief, about beauty and poise, about being strong, resilient and about not giving a fuck (but still somehow respectful ). Yet, the utmost important lesson I learned most of all from you was being a consistent and loving friend. You were the first to check in, the first to ask questions, the first to listen..you cherished our friendship and I never took that for granted. We never took photos together because we mutually hated taking pictures…our relationship meant more than proof. I have countless pictures of our babies playing, because we shared that kind of pride and joy. So I’m showing the world a photo of our little goof balls for you, because I know that meant more than anything and they remind me of you and I. I speak to you everyday because I know you’re still with me and even though I’m feeling greedy that we don’t get more time together, I cherish every moment we had and hold it close to my heart.

Un post condiviso da Heather Morris (@heatherrelizabethh) in data:

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI