Naya Rivera ha alzato il braccio chiedendo aiuto prima di morire, il rapporto dell’autopsia

12/09/2020 di Valentina Gambino

Un rapporto dell’autopsia pubblicato lo scorso venerdì afferma che l’attrice di Glee Naya Rivera avrebbe chiesto aiuto alzando il braccio poco prima di annegare accidentalmente mentre si trovava in gita sul lago Piru, in barca con suo figlio di 4 anni.

Naya Rivera
Naya Rivera

Naya Rivera ha chiesto aiuto prima di morire alzando il braccio

Una volta che Naya Rivera ha aiutato il figlio a risalire sulla barca, il bambino avrebbe notato la madre alzare il braccio in aria gridando aiuto’. Questo afferma il rapporto del medico legale della contea di Ventura. “Il corpo è poi scomparso in acqua”.

Le autorità avevano precedentemente affermato che la Rivera era annegata accidentalmente dopo aver rimesso il figlio sulla barca in quel terribile 8 luglio che tutti ben ricordiamo. Il rapporto dice anche che l’attrice sapeva nuotare bene. L’uomo che le ha affittato il mezzo ha detto che lei avrebbe rifiutato un giubbotto di salvataggio, ma ne ha messo uno comunque a bordo.

Naya Rivera aveva avuto dei problemi di vertigini per una recente infezione sinusale. Per questo motivo, sono state rivelate piccole quantità di anfetamine prescritte per curare il suo malessere, ma questi farmaci non avrebbero assolutamente contribuito alla sua morte.

I test tossicologici hanno anche dimostrato che aveva piccole quantità terapeutiche di diazepam, un farmaco ansiolitico e della fentermina (un soppressore dell’appetito), nel suo sistema. Josey, il figlio della Rivera con il suo ex marito, l’attore Ryan Dorsey, è stato trovato addormentato e solo sulla barca alla deriva più tardi quel pomeriggio.

Cinque giorni dopo, il suo corpo senza vita è stato trovato che galleggiava in un’area del lago profonda circa 30 piedi. L’ufficio dello sceriffo della contea di Ventura ha detto che molto probabilmente è rimasta intrappolata in una fitta vegetazione sott’acqua per diversi giorni prima di galleggiare verso l’alto.

La maledizione di Glee

La morte di Naya Rivera è stata la terza del cast di “Glee”. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato sette anni dopo la morte del co-protagonista Cory Monteith a 31 anni a causa di una miscela tossica di alcol ed eroina.

Un altro co-protagonista, Mark Salling, che Naya aveva frequentato per qualche tempo, si è ucciso nel 2018 all’età di 35 anni dopo essersi dichiarato colpevole di accuse di pornografia infantile.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI