Stefano D’Orazio morto per Covid: addio allo storico batterista dei Pooh, aveva 72 anni

07/11/2020 di Valentina Gambino

Stefano D’Orazio

È morto Stefano D’Orazio, storico batterista dei PoohIl drammatico annuncio è stato condiviso da Bobo Craxi tramite il suo account ufficiale di Twitter. Aveva 72 anni.

Lutto per i Pooh: Stefano D’Orazio è morto per Covid 

Il batterista dei Pooh non aveva figli, ma aveva sposato il 12 settembre 2017, nel giorno del suo 69esimo compleanno, la compagna Tiziana Giardoni. Ha avuto storie d’amore particolarmente lunghe con Lena Biolcati e con la conduttrice di Rete4 Emanuela Folliero. 

La notizia ha lasciato il mondo della musica sotto choc anche perché è arrivata come un fulmine a ciel sereno.

Il musicista è stato ricordato nel corso della diretta di Tale e Quale Show, varietà di Rai1 in onda questa sera. “Stefano aveva una malattia pregressa e il Covid ha colpito ancora”, ha spiegato Loretta Goggi, amica di D’Orazio.

Il percorso con i Pooh

Stefano D’Orazio è entrato a far parte del gruppo dei Pooh nel settembre 1971 sostituendo Valerio Negrini. Da quel momento è cominciata la straordinaria avventura al fianco di Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Riccardo Fogli.

Per i Pooh è stato batterista ma anche voce e paroliere. Lasciò la band nel 2009, poi rientrò nel 2015 scrivendo altre tre canzoni importanti: “Tante storie fa”, “Le cose che vorrei” e “Ancora una canzone”.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI