Michele Bravi parla della comunità LGBT: “Mi ha insegnato a diventare l’uomo che sono”

11/08/2020 di Valentina Gambino

Michele Bravi

Michele Bravi, bisessuale dichiarato, chiacchierando con i fan su Instagram, ha parlato della comunità LGBT  e di quanto amore e sostegno gli ha dimostrato, specie nei momenti particolarmente difficile per lui.

Michele Bravi parla della comunità LGBT: “Mi ha insegnato a diventare l’uomo che sono”

E’ una comunità bellissima che mi ha accolto con gentilezza e mi ha insegnato a diventare l’uomo che sono. Sono tanto onorato, nel mio piccolo, di raccontare i colori dell’arcobaleno.

Michele Bravi ha parlato anche del suo nuovo progetto musicale, che sarebbe dovuto uscire prima della quarantena che ha letteralmente bloccato l’Italia:

Per ovvie ragioni abbiamo dovuto posticiparne l’uscita. C’erano tante belle idee in cantiere che vorrei riuscire a recuperare per dare il giusto spazio a “La geografia del buio” e per regalarvi un gran bello spettacolo. Il più bello che io abbia mai fatto. Mi piacerebbe ripagare l’umanità che avete avuto nell’aspettarlo con tutta la fragilità che questo disco può raccontare. Appena avrò una data (spero il prima possibile) ve la comunicherò. Grazie per l’infinita pazienza. Ne varrà la pena.

La lettera di Michele contro l’omofobia

L’omofobia non è un insulto alla sessualità, ma è una bestemmia contro la parola amare. Chi è pronto racconti l’amore senza vergogna. Chi ha bisogno di tempo si senta protetto. Il cambiamento del mondo avviene sempre attraverso gesti sottili. Parlare d’amore è uno di questi gesti. Perché l’amore non parla mai la lingua della paura.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI