Matrix, ieri sera ospite Fabrizio Corona che ha raccontato la sua verità sulla sua relazione con Lele Mora (seconda parte)

02/10/2010 di Laura Errico

(Continuazione dell’articolo precedente).

Finito il video, Corona ha replicato alle parole di Lele Mora, dicendo:

“Non mi merito queste parole assolutamente da parte di Lele Mora, perché è sbagliato andare in una trasmissione e dire queste cose perchè i problemi privati sono problemi privati”,

per poi aggiungere:

“E’ vero che quando sono stato arrestato e mi hanno tolto tutto lui si è venduto gli orologi e mi ha dato 100- 150 mila euro. Successivamente anche io ho prestato a lui dei soldi”.

Hanno preso parte al dibattito anche Candida Morvillo, direttrice di Novella 2000, e Giuseppe Guastella, giornalista de Il Corriere della Sera.

“Non c’è nulla di male (ad aver avuto una relazione omosessuale, ndr), però Corona ci ha abituato a una trasparenza, nel senso che noi di Corona sappiamo tutto”,

ha affermato la direttrice del settimanale di gossip, che poi ha aggiunto:

“Corona dice: “io sto cercando di cambiare vita, di riconquistare gli affetti veri, di non finire più sui giornali”, ma poi viene qui a Matrix e fa uno show, attaccando con nome e cognome persone che non sono presenti, dicendo parolacce e usando toni forti”.

Giuseppe Guastella ha asserito:

“Io credo che Corona sia abilissimo a portare la ragione dalla sua parte. Dire che ce l’hanno con lui, lui che ha fatto di tutto per mettersi in mostra, per portare la sua vita personale sulle pagine dei giornali ce ne vuole insomma”.

Candida Morvillo e Giuseppe Guastella hanno messo in evidenza il comportamento incoerente di Fabrizio Corona. Infatti quest’ultimo ha sempre affermato che i vip, i quali fanno un lavoro che dà loro tanti privilegi, non hanno il diritto alla privacy e possono essere fotografati e finire sui giornali e allora perchè adesso si lamenta se i giornali parlano di lui che è un personaggio noto? Inoltre lo stesso Corona ha fatto di tutto per attirare l’attenzione mediatica su di sè, da cui ha tratto tanti vantaggi, e come mai ora si lamenta delle conseguenze della sua notorietà? Infine ha sempre ritenuto lecito il suo lavoro di paparazzo e i tanti scoop di gossip che ha realizzato, attraverso i quali ha portato alla luce fatti privati di persone, le quali non avrebbero voluto renderli pubblici, e ora che ad essere paparazzato è lui, la cosa non la ritiene più giusta?

COMMENTI