Marco Carta, dal coming out “obbligato” alla sfiga “sei come Mia Martini”: la replica perfetta del cantante

12/04/2020 di Emanuela Longo

Marco Carta

Marco Carta in questi giorni è stato un fiume in piena e attraverso il suo profilo Instagram ha voluto rispondere alla curiosità di molti suoi fan. Il giovane cantante sardo ha affrontato senza alcuna vergogna il delicato tema del suo coming out. Marco decise di rendere pubblica la sua omosessualità durante la trasmissione Domenica Live nel 2018. Grazie alle sue parole, molti altri giovani trovarono il coraggio di uscire allo scoperto e di essere se stessi. Eppure le parole di Carta oggi in qualche modo spiazzano.

Marco Carta, coming out? “Mi sono sentito obbligato”

Parlando del suo coming out attraverso Instagram, Marco Carta ha spiegato che non ci si deve mai sentire obbligati a rivelare la propria omosessualità. A tal proposito ha dichiarato:

Io l’ho vissuto come un obbligo perchè mi chiedevano se fossi etero, gay, bisex, come se a loro cambiasse qualcosa ed è di una tristezza infinita.

Quindi ha parlato anche dei commenti omofobi che spesso deve fronteggiare:

Oggi potrebbero fermarmi per strada e dirmi ‘sei fro*io’. Ogni tanto ricevo qualche messaggio dove mi scrivono cose del genere.

Offese vergognose che spesso provengono anche da parte di ragazze. Ma cosa prova nei confronti degli omofobi? La sua replica è perfetta:

Non provo dolore, provo soltanto profonda tristezza solo per chi lo dice.

Il paragone con Mia Martini

Marco Carta ha dovuto anche far fronte ad una offesa choc proprio durante una diretta Instagram. L’argomento centrale era Sanremo ed il cantante sardo non ha nascosto il desiderio, in futuro, di tornare sull’ambito palcoscenico dell’Ariston. A quel punto è stato raggiunto da un’offesa inaudita:

Non puoi andare a Sanremo. Sei come Mia Martini, porti sfiga.

La replica dell’ex di Amici non si è fatta attendere ed ancora una volta Marco non avrebbe potuto dare una replica migliore:

Hai pure il coraggio di mettere come foto profilo un bambino. Dovresti semplicemente vergognarti di non portare rispetto per l’arte, per la grandissima artista che era Mia Martini. Secondo, perchè credi ancora in queste cose, provo pena per te. Raccogli i tuoi cocci nella vita e fatti un mea culpa perchè se non lo farai, finirai proprio in tragedia. Mi dispiace dirtelo.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI