Manuela Arcuri si aggiudica il “premio” per lo spot più brutto del 2010

14/12/2010 di Valentina Gambino

Bello o brutto l’importante è che se ne parli. Ecco perché, Manuela Arcuri, appare in TV con uno spot televisivo e si aggiudica il premio per lo spot più brutto del 2010.

Bella? Forse, dipende dai gusti, in generale però, si dice di lei che sia una bella donna.

Brava? No. La Manuelona nazionale, appare in TV per raccontare la trama dell’ultimo libro di Alfonso Luigi Marra, dal titolo Il labirinto femminile. A parte la copertina agghiacciante, a condire il tutto ci pensa la Arcuri, con una recitazione improbabile, una dizione studiata insieme a Nando del Grande Fratello 11 e un’atmosfera simil-ansiosa che però fa solo morir da ridere. Risultato? Uno spot brutto, quanto la sua copertina labirintica e una sensazione che varia tra la morte della buona recitazione e la vittoria del governo Berlusconi.

Intanto, per dovere di cronaca e di Off Topic, la Arcuri, dal 20 Dicembre si regalerà in vista del Natale un profilo Facebook, quindi, se volete direttamente comunicarle le vostre perplessità, tra pochi giorni sarete in grado di farlo.

Morale? Lo spot cliccatissimo su YouTube è ufficialmente non solo il più brutto del 2010, ma credo vivamente anche della storia.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI