Lutto per Rita Dalla Chiesa: è morto Massimo Santoro, suo genero e autore Tv

06/11/2017 di Emanuela Longo

Dalla preoccupazione per le condizioni di salute dell’ex marito Fabrizio Frizzi alla morte del genero Massimo Santoro. Non c’è pace, in questo periodo, per Rita Dalla Chiesa, colpita nei giorni scorsi da un grave lutto. Massimo Santoro, uno degli autori di UnoMattina e marito della figlia di Rita, Giulia Cirese, si è spento all’età di 52 anni per cause al momento non note. La Dalla Chiesa lo ha voluto ricordare con uno stato Facebook molto sentito ma sono in numerosi ad averlo salutato ribadendo la sua enorme professionalità ed umanità.

Massimo Santoro è morto: genero di Rita Dalla Chiesa e autore di UnoMattina

“Ciao, Massimo. Papà’ di Lollo. Marito di Giulia. Scegliti una stella, fra quelle che incontrerai nel tuo viaggio, e accendila di tante luci. Così’ il mio cacciatore di stelle potrà’ riconoscerla e saprà che lì ti sei seduto tu. Il suo meraviglioso papà”: così Rita Dalla Chiesa ha voluto salutare Massimo Santoro, morto nei giorni scorsi.

A ricordare Santoro erano state poi le redazioni de La vita in diretta e UnoMattina. Lo scorso 3 novembre, prima di iniziare la puntata, Franco Di Mare lo aveva salutato comunicando la triste notizia agli spettatori: “Vogliamo ricordarlo con le parole di Massimo Cinque, suo amico e anch’egli autore di questo programma e di tante altre trasmissioni. Era una persona gentile, buona e generosa”. A lui si era unita anche Benedetta Rinaldi: “Oltre che un grande autore televisivo abbiamo condiviso con lui tanti bei momenti di lavoro e con noi a Uno Mattina ha lavorato veramente fino all’ultimo, un abbraccio da tutti noi a ciascun componente della sua famiglia, grazie Massimo”.

Ed ancora UnoMattina aveva voluto rendere omaggio a Massimo Santoro con uno stato Facebook: “Massimo ci ha lasciati con un vuoto immenso e noi vogliamo ricordarlo per quel che sostanzialmente era: un grande professionista dotato di una sensibilità fuori dal comune, una persona buona come raramente se ne incontrano, sempre disponibile all’ascolto, gioviale, pieno di passione per il suo lavoro. Doveroso salutarlo e stringerci alla sua famiglia. Ciao Massimo”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI