Luigi Favoloso scomparso: amiche della mamma prendono le distanze “voleva un alibi?”

14/01/2020 di Emanuela Longo

Luigi Favoloso, le amiche della mamma

Il clamore attorno alla vicenda che vede coinvolto Luigi Mario Favoloso è ancora elevato, anche alla luce delle ultime dichiarazioni choc rese la scorsa domenica da Nina Moric. Alla base della sua scomparsa ci sarebbe l’ennesima lite di coppia? E se sì, alla base potrebbe davvero esserci una triste e inquietante storia di violenze domestiche perpetrate ai danni della Moric e di suo figlio Carlos?

Scomparsa Luigi Favoloso: amiche contro mamma Loredana

Ieri, intanto, la trasmissione Pomeriggio 5 è tornata in apertura di puntata sul caso accogliendo in collegamento due donne, Raffaella e Libera, entrambe grandi amiche della signora Loredana Fiorentino, mamma di Luigi Favoloso.

Le due ospiti di Barbara d’Urso hanno preso ufficialmente le distanze dalla madre di Favoloso ma hanno anche raccontato nuovi risvolti choc sulla vicenda. Le donne avrebbero anche notato alcuni dettagli che avrebbero contribuito a far crescere in loro non pochi dubbi.

Raffaella e Libera hanno ammesso di essere rimaste al fianco di Loredana, sostenendola, “fino a che degli elementi non ci sono parsi chiari e abbiamo iniziato ad avere qualche dubbio”. Quindi una delle due donne ha raccontato di averla accompagnata a Roma ma la sera prima la mamma di Luigi Favoloso le avrebbe detto:

Se domani qualcuno ti chiede qualcosa, tu dici che il 27 sei venuta a casa mia a prendere un caffè e che hai sentito la voce di Luigi Mario.

Una richiesta che ha lasciato interdetta l’amica:

Io sono rimata allibita perché c’è qualcosa che non quadra, perché dovevo darti un alibi? Io lì ci sono rimasta perché è strano, è una bugia, non è normale!

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI