Lele Mora, retroscena su Maria De Filippi: “Ecco il segreto del suo successo”

14/05/2020 di Valentina Gambino

Lele Mora, retroscena su Maria De Filippi

Lele Mora, ex agente dei personaggi famosi, è stato protagonista di una diretta su Instagram nell’account di Tvlo (La Web TV senza filtri). Nel corso della chiacchierata social, ha parlato di alcuni volti del mondo dello spettacolo, confidando dei retroscena su Maria De Filippi.

Lele Mora svela un retroscena su Maria De Filippi: “Ecco il segreto del suo successo”

Il segreto del suo successo? La sua capo progetto, la sua produttrice… Nessuno conosce, ma è lei che rende grandi i suoi programmi… Che si chiama Sabina Gregoretti. Guarda cosa ha fatto lei di Maria De Filippi? Quest’ultima è una grande esecutrice, ma dietro ha una persona di grande spessore.

Queste le parole di Lele Mora che poi ha aggiunto:

La aiuta a non sbagliare, loro lavorano in simbiosi…c’è un affetto sincero tra loro, una relazione lavorativa e di amicizia stabile che dura ormai da anni.

Maria parla di Sabina Gregoretti

Maria De Filippi lo scorso anno, aveva raccontato come aveva esordito in TV, lavorando nel dietro le quinte del Costanzo Show e, in quella occasione, aveva proprio parlato di Sabina Gregoretti tra le pagine del settimanale Oggi:

Sono stata seduta sei anni in una sala riunioni non avendo il diritto di parola. Erano riunioni lunghissime davanti a tutta la redazione del Costanzo Show che mi guardava come l’ennesima moglie di passaggio. Stavo lì ad ascoltare Alberto Silvestri, che è stato il mio grande maestro. Ma per sei anni non avevo diritto di scegliere le storie che volevo, io potevo solo condurre Amici, senza poterci mettere bocca. Non potevo fare una domanda in più nemmeno alla redattrice che si occupava di quella storia: non ero legittimata.

Sono stata “sotto botta” sempre. Avevo un rapporto di soggezione con Silvestri e non riuscivo a parlargli. Così un giorno gli scrissi una lettera. Gli spiegai tutta la fatica che facevo a non poter esprimere un pensiero. Aspettai per giorni e giorni la risposta. Poi lui mi scrisse un biglietto con poche righe: “Ho capito che mi vuoi bene”. Ci rimasi di merd*. Dopo sei anni Maurizio mi presentò Sabina Gregoretti, bravissima. Iniziai a lavorare con lei a Missione Impossibile. La vedevo come la mia liberazione: per la prima volta potevo fare un programma senza Alberto. Andai tronfia da lui e… mi augurò in bocca al lupo!

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI