L’associazione Animalisti Italiani vs Grande Fratello: “E’ il reality della crudeltà verso gli animali”

09/12/2010 di Laura Errico

Prima l’Aiart, l’associazione di utenti televisivi cattolici, si era scagliata contro il Grande Fratello, accusando gli autori del reality show di aver spettacolarizzato il problema e il dolore di Nando Colelli (che, a suo dire, è stato vittima da bambino di violenze sessuali), ora l’associazione Animalisti Italiani condanna la trasmissione di Canale 5 perchè degli animali sarebbero stati maltrattati all’interno della Casa.

La notizia la si apprende sul sito leggo.it, secondo il quale all’interno della Casa più famosa d’Italia Guendalina e Matteo si sarebbero resi protagonisti di due episodi di violenza nei confronti di un uccellino e di una gallina.

Il primo episodio risale al 29 novembre quando la mamma romana, vedendo un uccellino, avrebbe pensato di usarlo per fare uno scherzo ad Angelica: avrebbe voluto metterlo in una bara con una croce sopra e consegnarlo alla fidanzata di Ferdinando.

Il secondo, invece, sarebbe accaduto il 4 dicembre. Matteo avrebbe sbattuto ripetutamente una gallina per terra, facendole spezzare una zampa.

Walter Caporale, presidente dell’associazione Animalisti Italiani onlus, ha chiesto la sospensione del reality show condotto da Alessia Marcuzzi, in quanto i concorrenti della trasmissione stanno dando un cattivo esempio ai telespettatori.

E’ il reality della crudeltà verso gli animali. E gli autori, la conduttrice e soprattutto i protagonisti ignorano totalmente il danno che dal punto di vista culturale stanno arrecando ai tanti giovani che seguono il programma,

ha detto Walter Caporale, che poi ha aggiunto che l’associazione provvederà a fare le dovute denunce per maltrattamento di animali.

Ci chiediamo perché il Grande Fratello non abbia provveduto ad eliminare i concorrenti in questione, visto che in passato sono stati cacciati concorrenti per molto meno,

ha dichiarato infine l’uomo.

COMMENTI