La Pupa e il Secchione: vincono Cipriani e Bianco (senza alcuna sorpresa)

08/06/2010 di Elisa Zanolli

Era stato anticipato. C’era stata una fuga di notizie: la Cipriani e Bianco vincitori della seconda edizione de “La Pupa e il Secchione”. Ma noi di Blog Tivvù abbiamo verificato e ci siamo sorbiti (è proprio il caso di dirlo) anche l’ultima (lunghissima) puntata!

Partiamo dall’inizio. Subito è da sottolineare la super agitazione della Cipriani, il fatto che in studio ci siano i genitori dei ragazzi (ma ci fanno vedere solo il padre di Bianco e la madre della Cipriani, come mai?), e (udite udite) una “mega” scollatura della Barale!

Si inizia dallo Zucca Quiz che per l’ultima puntata si arricchisce con una sorpresa: anche i Secchioni dovranno riconoscere un personaggio, ovviamente televisivo. Elena vede la foto dei Cugini di Campagna e pensa che siano i Rolling Stones; De Giovanni tentenna davanti all’immagine di Maicol del Grande Fratello. Pasqualina ritiene che Mussolini sia Che Guevara, ma poi ricorda la Repubblica di Salò. Ma come sempre le migliori risposte le dà la Cipriani. Dante è “Un cartone animato. Con quel cappuccio lì non può che essere uno dei sette nani”.

La seconda prova è quella fisica. Dopo aver analizzato il fisico dei Secchioni e aver appurato importanti miglioramenti, i fanciulli salgono su mini moto e si sfidano su un circuito, mentre le Pupe risponderanno a domande di cultura generale. De Giovanni è il migliore, mentre Tassinari non riesce a domare la moto e, da fermo, cade in continuazione.

Si torna in studio. A tenere banco è il gioco di De Giovanni, che ha “ammaliato” nello stesso modo sia Elena che Pasqualina. Le due (che strano) si coalizzano contro di lui, ma è il Secchione ad avere la meglio, affermando che ha baciato Elena fuori dal raggio di azione delle telecamere. La Pupa smentisce a più riprese. Insomma solita scenetta: Pasqualina che urla, la Barale che tenta di bloccarla, Elena che si spiega e Platinette che le dà contro. Saranno pure passati 50 giorni, ma di originale e nuovo c’è proprio poco.

Ulteriore prova è quella di coppia: le Pupe devono riconoscere i propri Secchioni calpestandoli. Qui (lo ammetto) mi sono fatta delle grosse risate. La Cipriani continua a cadere, e si porta dietro il povero Papi che in tutti i modi tenta di aiutarla.
Non può mancare nemmeno la prova del frullino, dove le Pupe sono bravissime sulle domande che riguardano il Rinascimento.
Alla prova nella doccia la Cipriani dà il meglio di sé. Ma sicuramente non farà carriera come cantante, se non a La Corrida.

E arriva il momento serio: le tesine. Ogni concorrente ha preparato una relazione su un argomento a scelta. Interrogati dimostrano di essere tutti molto bravi.
Dopo la Pupa Filosofale la giuria vota quale coppia può accedere alla finale in maniera diretta. Indovinate un po’? Cipriani e Bianco! Elena/De Giovanni e Pasqualina/Tassinari si sfidano nel vulcano, dove vincono i primi.

Prova finale: l’esame di maturità. Sette step per arrivare in fondo e aggiudicarsi il forziere (1,8 kg di gettoni d’oro). C’è da dire che la vittoria di Bianco e la Cipriani è meritata. La Pupa si è applicata molto, ha davvero studiato, senza dimenticare che sono stati la coppia perfetta: sono rimasti fuori dai giochi di potere e si sono goduti al meglio questa esperienza.

Commentare le urla, le corse, i pianti di Francesca Cipriani non è possibile, se non l’avete vista ieri sera potete solo immaginarla. Ma d’altronde può farlo: è lei la Pupa più pupa!


fonte foto
: La Stampa

COMMENTI