La Pupa e il Secchione: Paola Barale preferiva la coppia Ludovica – Corteggi e dice la sua sulla presunta omosessualita dei Secchioni

11/06/2010 di Emanuela Longo

Nel mese di febbraio di quest’anno, si vociferava, tra i nomi di coloro che avrebbero preso parte al reality show de La Pupa e il Secchione, anche quello di Paola Barale, in qualità di conduttrice. Nonostante le smentite iniziali, tuttavia, era stata proprio Paola ad accompagnare Enrico Papi nella seconda stagione del reality che, sin dall’inizio, era stato preso di mira dalla critica, senza alcuna pietà.

La Pupa e il Secchione, Il Ritorno, si è da poco concluso con la vittoria della coppia Francesca Cipriani – Federico Bianco. Un trionfo, il loro, per certi versi annunciato, come vi avevamo parlato QUI.
All’indomani dalla chiusura dei battenti della trasmissioni di Italia 1, Paola Barale ha rilasciato una lunga intervista sul sito internet Gay.tv, nel corso della quale ha commentato con una buona dose d’ironia, la sua esperienza a La Pupa. Nonostante le copiose critiche piovute sul programma sia prima ma anche durante la messa in onda dei vari appuntamenti, relative soprattutto al cattivo esempio trasmesso ai più giovani, Paola pare si sia divertita e non poco:

Mi piace spostare i miei limiti, ho capito che questo programma ha un secondo livello di lettura. E’ uno show spudoratamente onesto, con una comicità molto genuina che rimanda un po’ alla commedia sexy all’italiana, e non fa finta di essere altro. E’ stato un bellissimo periodo, ho lavorato con persone che mi sono molto piaciute. Mi capita spesso di guardarmi indietro e di dirmi “pensa se non avessi accettato!”. A volte sono proprio scema!

Nonostante la vittoria di Francesca Cipriani e Bianco, la Barale pensava potesse avere la meglio la coppia Pasqualina – Tassinari, anche se, alla domanda sulla sua coppia preferita, Paola risponde:

A me piacevano tantissimo Ludovica e Corteggi, te li ricordi? Lui era un po’ il nerd della situazione, quello che aveva le unghie lunghe, e lei era una ragazza molto molto bella. Si davano del lei, e i confessionali erano stupendi perché lui la guardava estasiato. Mi piacevano un sacco.

Infine, in merito ad una recente intervista rilasciata sul settimanale Diva e Donna, dove la Barale aveva svelato la presunta omosessualità di tre secchioni, la conduttrice replica:

Prima di tutto: io non ho mai rilasciato nessuna intervista né a Diva e Donna né ad Alessi. Non ho mai detto niente del genere. Ma poi non mi interessano per niente né i gusti sessuali dei secchioni, né quelli di nessun’altro. La cosa che mi dispiace è che mi fanno passare da pettegola, cosa che non sono. Non capisco a che serve tirare fuori questo genere di storie, ancora oggi. Forse è quello che la gente ha ancora bisogno di sentirsi dire. Ma poi ti pare che mi metto a fare questo tipo di gossip di bassa leva, dopo che per anni mi hanno affibbiato ogni genere di relazione omosessuale? Passa sempre l’idea che l’omosessualità sia una cosa su cui fare scoop, o scandalo. Mi ha dato molto fastidio essere stata strumentalizzata in questo modo! Per me essere gay o non essere gay è la stessa identica cosa.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI