La Domenica Sportiva, 6 settembre: GP d’Italia di F1 2015 e match Italia-Bulgaria, Giusy Versace replica alle critiche

06/09/2015 di Emanuela Longo

Ritorna anche questa domenica, 6 settembre 2015, l’appuntamento con la trasmissione di RaiDue, La Domenica Sportiva, in onda dalle ore 23:25 in compagnia del giornalista sportivo Alessandro Antinelli e della criticata Giusy Versace. Il programma a cura di Marco Civoli, anche oggi dedicherà ampio spazio agli argomenti sportivi che animeranno la giornata odierna, e nello specifico il nuovo GP di Formula 1 2015 (il Gran Premio d’Italia) ed il match che si svolgerà in prima serata su RaiUno e che vedrà impegnata la nostra Nazionale. Ecco quali sono le anticipazioni sulla nuova puntata de La Domenica Sportiva del 6 settembre.

Indubbiamente, nel corso del nuovo appuntamento odierno non mancherà l’ampia pagina relativa alla partita di calcio che in diretta da Palermo vedrà la sfida tra Italia e Bulgaria, facendo così un bilancio della nostra Nazionale in vista degli Europei 2016. La Domenica Sportiva non potrà poi non dedicare un’ampia parentesi anche al GP d’Italia di Formula 1 2015, in diretta nel primo pomeriggio da Monza e che rappresenta il dodicesimo appuntamento della stagione in corso di F1. Verranno così commentate e ritrasmesse le fasi più interessanti del week end e della gara con protagoniste le monoposto.

Non potrà ovviamente mancare il commento e l’analisi sul Campionato di Serie A, dando spazio in particolar modo al difficile momento che vede protagonista la squadra della Juventus e fare così un bilancio generale a una settimana dal derby Inter-Milan. Se ne parlerà in compagnia di Giovanni Trapattoni, in collegamento da Palermo ma anche con gli ospiti presenti nello studio de La Domenica Sportiva: Zdenek Zeman, Mauro Berruto, Ivan Capelli, Bruno Pizzul e Ivan Zazzaroni.

In merito alle critiche finora ricevute da Giusy Versaci, la neo conduttrice della DS, nel corso della trasmissione radio TeleFatti – La tv in radio in onda su Antenna Radio Esse ha commentato, in merito al suo nuovo ruolo televisivo: “Non volevo accettare, avevo molte remore”. E sulle critiche: “Le ho sempre messe in conto. Vivo con un cognome che ha sempre fatto chiacchierare”, per poi aggiungere: “Anche a Ballando le critiche non sono mancate. C’era chi diceva che io volessi ostentare il mio handicap. E c’era chi diceva che fossi lì solo grazie al mio cognome”. Infine ha chiosato sull’argomento: “Io ci rido sopra quando mi consigliano un corso di dizione. Se piaccio bene, altrimenti cambieranno canale. Non mi interessa. Le urla? Io urlo sempre nella vita, mia mamma mi rimprovera sempre. Sono fatta così, sono un’adrenalinica, esuberante”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI