Junior Cally a Sanremo 2020: “No grazie” (TESTO)

04/02/2020 di Valentina Gambino

Entra in gara sulla scia delle polemiche per alcuni pezzi del suo repertorio, giudicati sessisti. “Parto svantaggiato” dice Junior Cally intervistato da TV Sorrisi e Canzoni. “In molti diranno: “Ma chi è questo?”. Io sono un ragazzo semplicissimo che ha un sogno nel cassetto e va a prenderselo”.

Junior Cally a Sanremo 2020

Junior Cally, Sanremo 2020
Junior Cally, Sanremo 2020

La gioia di questo suo primo Sanremo è controbilanciata dal dolore fisico: “Mi sono rotto una vertebra e due costole in un incidente. Passerò sei mesi di sofferenza, ma ora sono felice perché sul palco porto “No grazie”, un brano ultra rap, antipopulista, folle. Il mio ritratto, con e senza maschera. Mi rappresenta al 100 per cento”.

Curiosità: Junior Cally è pieno di tatuaggi, come il castello che ha sulla mano. “Sono capitoli della mia vita” dice. “E del mio libro: “Il principe. È meglio essere temuto che amato”” (Rizzoli, 16,90 euro).

Il testo di “No grazie” in gara al Festival

Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
Ogni mattina
Avrà l’oro in bocca
Finché ho i soldi nascosti nel letto
Con la resistenza
Alla dittatura
Del politicamente corretto
Il mio sogno è quello di arrivare in alto
Senza spendere i soldi di un altro
Faccio cattivo viso
A buon gioco
E anche se sono bello
Non piaccio
Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
Spero si capisca che odio il razzista
Che pensa al Paese ma è meglio il mojito
E pure il liberista di centro sinistra che perde partite e rifonda il partito
Si chiedono “questo da dov’è uscito?”
Dal terzo millennio col terzo dito
Parlare di eccesso non è eccessivo
Sono il fuori programma televisivo
Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
Giuro la smetto con sta storia del rap
Voglio scrivere canzoni d’amore per la mia ex
Trovarmi un lavoro serio e diventare yes man
Insultare tutti sì ma solamente sul web
No grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie
No no
No no
No – no grazie

(Credit: Sorrisi.com)

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2020.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI