Jo Squillo e la ‘guerra’ al latte: tumore al seno e sordità, le pericolose affermazioni della cantante vegana

10/10/2021 di Emanuela Longo

Jo Squillo

In queste ore è risorta la polemica contro Jo Squillo e le sue (pericolose) affermazioni contro il consumo di latte e latticini. Parlando con Aldo Montano, ieri, la cantante è andata incontro ad un nuovo scivolone: “Mio padre era ghiotto di latte e infatti è diventato sordo”.

Jo Squillo, la guerra della cantante vegana al latte a suon di sfondoni

Associare il consumo di latte alla sordità non ha alcun fondamento scientifico ed il popolo social ha voluto con forza sottolineare le nuove affermazioni di Jo Squillo nella sua guerra solitaria contro il consumo di questo importante alimento.

Già nei giorni scorsi la cantante (vegana) aveva detto qualcosa di ancora più pericoloso ripreso da svariate testate nazionali dopo la polemica sorta anche questa volta sui social: Jo Squillo, parlando dei latticini con Ainett Stephens, aveva attribuito il loro consumo all’insorgenza di noduli al seno.

Secondo la sua teoria, smettere di mangiare latticini avrebbe portato alla scomparsa di eventuali noduli. Un messaggio ancora una volta privo di basi scientifiche e pericolosissimo, soprattutto se fatto passare in diretta tv senza alcun controllo né smentita.

Sui social le reazioni sconcertate non sono mancate, come potete vedere nei tweet a seguire. A fare chiarezza sul consumo di latte e derivati ci ha pensato l’AIRC (Fondazione per la Ricerca sul Cancro). Come riportato dal Fatto Quotidiano, nelle conclusioni di un articolo dal titolo ‘Latte e lattici aumento il rischio del cancro?’, si legge:

Nonostante molti punti siano ancora da chiarire, i dati disponibili non fanno pensare a un’associazione tra consumo di latte e derivati e aumento del rischio di tumore. Per quanto riguarda il tumore del colon-retto, sembra addirittura che sia vero il contrario, e che questi alimenti possano avere un effetto protettivo.

In attesa che si arrivi a risposte più chiare è opportuno seguire le raccomandazioni degli esperti e non eccedere nel consumo, incorrendo in possibili effetti dannosi (per esempio perché si consumano troppi formaggi, ricchi di grassi e quindi potenzialmente negativi per il controllo del peso e la salute cardiovascolare).

Anche quando si tratta di capire dosi e tipi di latte e latticini da portare in tavola, è consigliabile seguire le raccomandazioni degli esperti e chiedere suggerimento al proprio medico in caso di dubbi.

Le reazioni social

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI