Isola dei Famosi 7: daytime del 12 marzo. Aldo Busi minaccia di andarsene per colpa della maglia indossata da Roberto Fiacchini

12/03/2010 di Irma Pierbattista

L’arrivo sull’isola del figlio di Renato Zero scatena un putiferio.

Tempo fa si vociferava che il cantante andasse contro il mondo omosessuale e Aldo Busi, quando ha visto il figlio indossare una maglietta con la foto del padre (ricevuta dalla produzione) è andato su tutte le furie. Busi urla calorosamente obbligando Roberto Fiacchini a togliersi subito quella t-shirt perché l’artista lì rappresentato ha prima illuso i gay e poi ha rinnegato tutto ciò che aveva detto.

Tu quella maglietta te la devi togliere,

inveisce Busi.

O io o quella maglietta,

continua.
Naturalmente Roberto controbatte con altrettanta foga e, successivamente, interviene anche Federico prendendo le difese del ragazzo.
Passando a cose più leggere, vediamo la Milo ancora impegnata con la “sua” rete da pesca. Quanto resisterà ancora con questa idea?

Le fatiche dei “figli di” è iniziata seriamente. Il primo lavoro che è stato loro affidato è la riverniciatura della baracca. Un compito che è piaciuto molto a Guenda perché amante della pittura.

Dopo un po’ di tranquillità, a Wild Cane Cay, giunge un comunicato della produzione per chiarire ai naufraghi il perché Roberto abbia una maglietta con su raffigurato il padre. Nonostante ciò, Busi continua a non accettare la t-shirt e minaccia di andarsene. Il resto del gruppo si schiera contro lo scrittore.

A fine puntata, il lavoro dei ragazzi viene giudicato dai pescatori che si dicono più che soddisfatti. “I figli di”, quindi, superano pienamente la prova conquistando il loro pasto che oggi consiste in riso, fagioli e pomodori.

COMMENTI