Isola dei Famosi 2010, 28 aprile. La produzione si complimenta con i finalisti

28/04/2010 di Elisa Zanolli

I quattro finalisti si preparano per la notte sull’Isola. Domenico si avvicina alla capanna di Sandra e nota una tana di granchi e dice: “Non vedo proprio l’ora di smettere di mangiare in mezzo a questa porcheria!”. Luca, intanto, trova un cuscino e lo porta via. Domenico pensa alla pasta vinta durante la diretta: “Meno male che ci hanno dato quella pasta. Io non l’ho neanche finita, non andava giù”. I ragazzi poi, parlano delle prove leader svolte sull’Isola e ridono. Daniele a Luca: “Facciamo la prova del palo e della sabbia e vinci sempre per un soffio…e una fammela vincere”. Tutti ridono e si divertono. Il discorso, poi, passa alle cose da fare il giorno dopo: Daniele e Luca pensano di raccogliere dei cocchi, mentre Domenico pensa al momento in cui distruggerà la capanna prima di andare via.

L’alba arriva presto e Domenico è un po’ malinconico: “Ho passato la prima notte senza Silvia ed è stata abbastanza triste la cosa. Mi è mancato avere una donna che mi sorride al mattino. Da oggi in poi, come attrazione principale, avrò l’ingegnere”. Subito dopo si accorge che la zattera è scomparsa. Guenda: “Sarà stata colpa dell’alta marea”. Domenico è sconsolato: “Chissà dove è finita. È un problema perché non saprei costruirne un’altra senza i materiali”. Il naufrago, poi, si mette alla ricerca della zattera e finalmente la trova, ma si è arenata e non riesce a rimetterla in acqua. A quel punto, chiama a gran voce gli altri per farsi dare una mano. Luca, Guenda e Daniele arrivano e quest’ultimo osserva: “Penso che Domenico, in questa settimana, deve dimostrare a sé e agli altri di essere, oltre che un giocherellone, un naufrago che sa sopravvivere”.

I quattro mettono la zattera in acqua e Domenico vi sale subito sopra per tuffarsi in mare.
Sulla spiaggia Daniele fa una riflessione su questi ultimi giorni di vita isolana: “Mi sento arrivato all’ultimo stadio, dove devi gestire il cibo e le risorse dell’isola senza pensare a strategie”. I finalisti si organizzano per la giornata: Luca e Daniele andranno alla ricerca di cocchi, Guenda si occuperà di cucinare il riso e di lavare le ciotoline, mentre Domenico raccoglierà la legna. Domenico ha subito un’idea: “Bruciamo la capanna di Sandra così avremo legna per i prossimi giorni”. Il naufrago inizia a staccare pezzi dalla capanna .
Guenda, invece, sta pulendo la pentola e parla di Daniele: “E’ un ragazzo eccezionale, di grande onestà e mi ha sempre supportata dall’inizio”. Domenico, parlando di Daniele: “Secondo me Daniele vuole vincere più di tutti. Ha vinto le ultime prove e credo si senta già vincitore”. Daniele: “Domenico è un naufrago/villeggiante: ci mette tanta buona volontà, ma gli manca qual qualcosa in più. Deve capire che il cibo è la priorità qui”.

I Finalisti trovano, sulla spiaggia, una cassa lasciata dalla produzione. Luca la apre e all’interno trova del riso, della frutta e un biglietto di congratulazioni per la finale raggiunta. Daniele: “Grazie alla produzione per l’anguria e l’ananas. La situazione riso è un po’ strana perché non abbiamo idea di come dividerlo”. Domenico: “Abbiamo ricevuto questo forziere con le provviste della settimana. Mi viene da ridere perché non ho la forza di piangere. La situazione è preoccupante, ma ho la forza di andare avanti. A costo di tornare in studio in una bara, resto qua”. Daniele, Luca e Domenico vanno alla ricerca di cocchi, mentre Guenda resta sulla spiaggia. Domenico, però, rinuncia subito: “Io li ho seguiti, ma non sapevo che dovevo fare un chilometro e mezzo prima di arrivare alla palma”. Il naufrago torna da Guenda e, insieme, vanno alla ricerca di conchiglie. Al ritorno di Domenico, Guenda osserva: “Oggi sembra di essere tornati ai tempi passati, quando gli uomini andavano a caccia e le donne aspettavano a casa”. Daniele e Luca si arrampicano su una palma e raccolgono i cocchi con una tecnica tutta particolare.

Intanto, Guenda e Domenico sono in acqua e aspettano i due con le provviste. Guenda: “Domenico è simpatico e ha delle idee creative che però non porta a termine. Sarebbe meglio che facesse qualcosa di più concreto”. Daniele e Luca tornano trionfanti e l’ingegnere osserva: “Oggi mi sembrava di essere Denis sulla palma. Abbiamo fatto un buon lavoro e preso tanti cocchi”. I naufraghi mangiano serenamente, come pensa Domenico: “C’è questa allegra brigata sull’isola ed è di pace. C’è armonia e si sta bene”. Guenda è d’accordo: “Ora sembra una vacanza avventura con gli amici”.

La giornata volge al termine e Domenico dà un consiglio a Luca: “Caro Ingegnere, quando usciamo di qua, se lei ha un problema con le donne, le do la mia hot line, lei mi fa chiamare e io le risolvo tutto!”. Un latin lover fino alla fine.

COMMENTI